Sondaggi vietati: ma ecco il trucco per saperne di più

Referendum
Sugli appositi espositori allestiti dal Comune di Napoli i manifesti per il Si e per il No al prossimo referendum costituzionale, 28 novembre 2016.
ANSA /CIRO FUSCO

Il divieto di pubblicare sondaggi negli ultimi 15 giorni di campagna elettorale viene costantemente aggirato usando degli escamotage su diversi siti

Com’è noto per le ultime due settimane di campagna elettorale la legge vieta di pubblicare sondaggi. Da quasi due settimane i cittadini sono stati “privati” di uno strumento utile a capire l’umore del Paese, ma nelle ultime occasioni non propriamente efficace (vedi elezioni Usa e Brexit). Molti cittadini, specie nell’era dei social network, si impegnano molto a sottolineare acriticamente una qualsiasi variazione percentuale iniziando così lunghi dibattiti tra i sostenitori dell’una o dell’altra posizione.

Il divieto, però, viene raggirato. Infatti le società continuano a eseguire i sondaggi – nessuna legge lo vieta – e alcuni siti usando degli escamotage pubblicano comunque le rilevazioni aggiornate giorno per giorno.

E’ il caso del sito The Right Nation che ormai da parecchie tornate elettorali maschera i sondaggi sotto la voce corse di cavalli clandestine. Un trucchetto simpatico, su cui i curatori del sito costruiscono un racconto prima di dare i “tempi di gara” (i dati dei sondaggi).

The Right Nation non l’unico sito dove è possibile trovare i dati dei sondaggi, infatti operazione simile, usando la compravendita di automobili, è fatta dal sito scenaripolitici.com. Un servizio per tutti coloro che non riescono a trattenere la curiosità sull’andamento della campagna elettorale.

sondaggi-28-novembreSe c’è il divieto di pubblicare i sondaggi riguardanti l’esito del referendum del 4 dicembre, non c’è nessun divieto di pubblicare i sondaggi sulle intenzioni di voto per le politiche.

Nell’ultima settimana il sondaggio EMG Acqua realizzato per il Tg di La7 ha mostrato un calo importante del M5s (-0,7%) con un incremento di Pd (+0,2%) e di Sinistra Italiana (0,4%). Per quel che riguarda l’area di governo si segnala un incremento di Ncd-Udc (+0,1%). Da sottolineare anche la ripresa di Forza Italia che fa registrare l’incremento maggiore con un +0,5%.

L’esistenza di questi trucchi per aggirare il divieto ripropone un interrogativo non nuovo: nell’era di Internet ha ancora un senso bloccare qualunque tipo di notizie, come sono appunto i sondaggi?

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli