I “casini” previsti dalla Taverna erano legati al “Murarogate”?

M5S
ANSA/ANGELO CARCONI

Il giallo a Cinque stelle: i big sapevano?

Il 22 luglio sull’Unità appare uno scoop di Claudia Fusani (eccolo qui) che riporta una frase di Paola Taverna “captata” dalla giornalista alla buvette del Senato. Una frase che riletta oggi fa impressione: “La Raggi? Tanto prima cade e meglio è. Vedrai, vedrai che casini verranno fuori».

A cosa alludeva, la senatrice del M5S? Si possono solo fare supposizioni.

Le date sono significative. Il 18 luglio Paola Muraro viene a sapere dalla Procura di Roma di essere stata iscritta nel registro degli indagati. Virginia Raggi ha detto di esserne venuta a conoscenza il giorno dopo, il 19. Non è per nulla impossibile, dunque, che fra il 19 e il 21 luglio, ossia il giorno prima della frase riferita dall’Unità, Paola Taverna fosse stata messa al corrente del guaio piombato addosso all’assessora all’ambiente.

E questo per il buon motivo che Raggi e Taverna, ancorché non proprio in sintonia negli ultimi tempi – anzi – siano buone amiche, si frequentino, parlino spesso al di fuori delle riunioni di partito. Paola Taverna è stata dall’inizio una sostenitrice della Raggi contro il candidato di Roberta Lombardi, l’attuale presidente del consiglio comunale De Vito.

Se fosse così, si spiegherebbe almeno in parte l’affermazione della sindaca secondo la quale sarebbero stati informati i big di Direttorio (di cui la Taverna fa parte), in una cena del 2 agosto: ma a tavola, scrive Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera,si parlò dell’assessora. Possibile che Raggi avesse deciso di affrontare la questione omettendo, però, di essere a conoscenza delle indagini su Muraro? La circostanza è stata seccamente smentita da Roberto Fico e Carla Ruocco. Forse, avvertendo la senatrice romana, la Raggi ritenne di aver messo a parte del Murarogate il vertice pentastellato. ma se così fosse resterebbe comunque da capire perché Paola Taverna non parlò lei della questione con Di Maio, Di Battista e gli altri.

A questo punto, solo lei, la focosa senatrice del Quarticciolo, espressione del “movimentismo della prima ora”, potrebbe fornire un chiarimento definitivo su questo vero e proprio giallo.

 

 

Vedi anche

Altri articoli