I 10 eventi sportivi del 2015

Top ten
Un momento del duello tra Valentino Rossi e Marc Marquez (D) finito con la caduta dello spagnolo della Honda, Sepang, 25 ottobre 2015. ANSA/SKY SPORT ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Gli eventi sportivi più significativi di questo 2015

Si chiude il 2015, un anno ricco di avvenimenti sportivi. Come ogni fine anno è il tempo di bilanci, vediamo quali sono stati i 10 eventi sportivi che hanno segnato questo 2015, naturalmente un occhio di riguardo lo avranno le imprese che hanno coinvolto gli sportivi italiani.

10. Italia-Lituania, quarti di finale di Eurobasket

La sensazione è che questi europei di basket per gli azzurri siano stati un’occasione sprecata. Mai come quest’anno la nazionale di basket italiana è stata così forte. Tre giocatori Nba e un roster molto affiatato hanno riportato gli azzurri tra le grandi d’Europa, ma il quarto di finale con la Lituania ha lasciato l’amaro in bocca. Perdere al supplementare non può non lasciare con qualche rimpianto, specialmente per quell’ultimo possesso gestito non benissimo da Alessandro Gentile.

 

 

9. Vittoria staffetta azzurra femminile biathlon

Il biathlon non è certo lo sport più seguito in Italia, ma da qualche tempo i nostri atleti stanno ben figurando nella coppa del mondo di disciplina. Dalle Olimpiadi di Sochi in poi anche il grande pubblico sta iniziando a conoscere questo sport che abbina la fatica dello sci di fondo con la precisione del tiro. Quest’anno, per la prima volta nella storia una staffetta azzurra, quella femminile, è riuscita a vincere una gara di coppa del mondo: Lisa Vittozzi, Karin Oberhofer, Federica Sanfilippo e la punta di diamante della squadra azzurra Dorotea Wierer sono riuscite nell’impresa battendo le fortissime tedesche.

 

8. Vittoria della Copa America da parte del Cile

Il 2015 è stato l’anno di una prima assoluta. Il Cile padrone di casa ha battuto ai rigori l’Argentina di Leo Messi aggiudicandosi davanti ad un popolo festante la prima Copa America della storia del paese andino. Grandi protagonisti della vittoria l’attaccante Edu Vargas, il portiere Claudio Bravo e la stella della Roja Arturo Vidal.

 

 

 

7. Cleveland-Golden State (gara 4)

Dopo 4 stagioni a Miami il figliol prodigo Lebron James è tornato a Cleveland per vincere il titolo. I Cavaliers nonostante la sfortuna, due tra i loro giocatori migliori Irving e Love non hanno giocato le finals per infortunio, ci sono andati vicini. Si sono arresi solo ai Golden State Warriors di Stephen Curry che in 6 gare si sono aggiudicati l’anello. La svolta della serie è stata gara 4, quando i Cavs in casa hanno perso la partita che poteva lanciarli sul 3 a 1.

 

 

6. La Nuova Zelanda vince il suo terzo mondiale

Gli All Blacks sono i più amati dai tifosi e i più temuti dagli avversari. Sono una squadra fantastica che si abbatte come un rullo compressore sugli avversari. La finale del mondiale 2015 li ha visti contrapposti agli arcirivali australiani che poco hanno potuto fare contro la classe e la potenza dei neozelandesi.

 

 

 

5. Finale Us Open donne 

E’ il momento dell’anno per noi italiani. Flavia Pennetta e Roberta Vinci si sfidano sul cemento newyorkese per la conquista degli Us Open. Mai il tennis italiano aveva raggiunto un livello così alto. La finale se l’è aggiudicata la tennista brindisina, ma per tutti gli italiani la finale è stata qualcosa di indimenticabile.

 

 

 

4. Tania Cagnotto vince il suo primo oro mondiale nel trampolino 1 metro

Sembrava un’impresa impossibile, ma Tania Cagnotto l’ha realizzata: ha battuto le due cinesi e ha vinto l’oro mondiale nel trampolino 1 metro. Con una finale perfetta, l’atleta bolzanina è riuscita a staccare le fenomenali Shi Tingmao e He Zi arrivatele davanti nel trampolino 3 metri.

 

 

 

3. La quarta Champions di Messi: a farne le spese la Juventus

Dopo 5 edizioni amare per le squadre italiane finalmente una di loro è arrivata in finale di Champions League: la Juventus di Allegri. Unico problema dei bianconeri è che a Berlino l’avversario con cui si è dovuta scontrare è il Barcellona di Leo Messi. Troppo grande la differenza tecnica tra le 2 squadre, il Barcellona vince 3 a 1 e conquista la sua quinta Champions League, la quarta da quando indossa la maglia Blaugrana il fenomeno argentino.

 

 

2. Bolt ancora re dei 100 metri piani

Doveva essere il giorno in cui cedeva il trono, invece è stato il giorno dell’ennesima perla. Ancora una volta Usain Bolt si è confermato il migliore della specialità regina dell’atletica i 100 metri piani. Lo ha fatto contro un avversario Justin Gatlin che nella stagione lo aveva sempre battuto. Ma si sa i fenomeni si esprimono al meglio nelle gare più importanti.

 

 

 

1. Rossi vs. Marquez a Sepang

E’ l’episodio dell’anno. Rossi è in testa al mondiale di Moto Gp, il rivale Jorge Lorenzo sta battagliando per vincere il gran premio con Dani Pedrosa, mentre il dottore viene rallentato da Marc Marquez in un duello fine a se stesso. Ma al sesto giro, durante l’ennesimo sorpasso Rossi spazientito aspetta Marquez che cade dopo un contatto con la moto del pilota italiano. Da quel momento in poi la competizione si trasforma in una polemica costante. Rossi partirà ultimo nella gara conclusiva di Valencia e Jorge Lorenzo vincerà il modiale.

Vedi anche

Altri articoli