Grillo sveglia il fronte del no. Alfano: “Via le adozioni”

Diritti
2001fb5ad1739ba79a6c9c1273a6df9e-kccC-U10602303278886grF-700x394@LaStampa.it

Secondo Angelino Alfano, dopo la scelta di Grillo, Renzi “non ha più il paracadute dei voti di Grillo e quindi c’è il rischio o la possibilità o la fortuna che questa legge salti”.

La scelta di Grillo di lasciare libertà di coscienza sul ddl Cirinnà riapre i giochi sul fronte dell’approvazione della legge, e sopratutto rinfocola il fronte del no.

Il leader di Ncd Angelino Alfano durante “L’intervista di Maria Latella” su SkyTg24 esulta per la stampella lanciata da Grillo: “Sono contrario al metodo della minaccia, sia per stile sia per tattica: dico solo al Pd di fare una scelta di buon senso. Togliete le adozioni e il similmatrimonio e prendetevi le unioni civili”. Secondo Alfano, dopo la scelta di Grillo, Renzi “non ha più il paracadute dei voti di Grillo e quindi c’è il rischio o la possibilità o la fortuna, direbbero alcuni, che questa legge salti”.

Anche Roberto Formigoni non nasconde la sua gratitudine a Grillo

formigoni

Ma sul fronte Pd non si torna indietro: l’obiettivo rimane quello di portare a casa la legge.  “I 5 stelle – ha detto Renzi – sono stati una grandissima speranza per milioni di italiani, alla prova dei fatti salta in aria. Da Quarto a Gela a Livorno i grillini, che rispetto, mostrano difficoltà a governare. E cosa raccontano? Che è fondamentale il blog, la rete, la semplicità di dare risposte ma siamo noi che dobbiamo essere pronti a prenderci delle responsabilità”.

Non tutti condividono la scelta di Grillo. Sul blog i militanti 5 stelle commentano in maniera negativa la scelta del comico genovese e su Twitter impazza l’hashtag #dietrofrontM5s.

Vedi anche

Altri articoli