A Morricone il Golden Globe per la miglior colonna sonora. Tarantino: “E’ come Mozart”

Cinema
epa05096674 A handout picture provided by the Hollywood Foreign Press Association (HFPA) on 10 January 2016 shows Quentin Tarantino accepting the Golden Globe for Ennio Morricone for Best Original Score in 'The Hateful Eight' at the 73rd Annual Golden Globe Awards at the Beverly Hilton in Beverly Hills in Beverly Hills, California, USA, 10 January 2016.  EPA/HFPA  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

Il regista ha ritirato il premio a nome del compositore italiano, ringraziandolo in italiano

“E’ una cosa fantastica: capite che Ennio Morricone è il mio compositore preferito? E non intendo un compositore di colonne sonore, intendo Mozart, Beethoven, Schubert“. Con queste parole il regista Quentin Tarantino ha iniziato il suo discorso durante i Golden Globe, ritirando a Los Angeles il premio per la migliore colonna sonora andato al compositore italiano per le sue musiche in The Hateful Height.

“Morricone non ha mai vinto un premio per uno dei film che ha fatto; ha vinto in Italia, ma mai qui in America e voglio ringraziarlo: a 87 anni ha realizzato una fantastica colonna sonora e finalmente vinto un premio prestigioso”, ha detto il regista. Tarantino ha poi concluso ringraziando in italiano Morricone e sua moglie.

Dopo le musiche prestate a Sergio Leone e Giuseppe Tornatore, questa volta si impone nei premi della stampa estera a Hollywood per la musica della pellicola di Tarantino. E’ la prima volta che Morricone firma l’intera colonna sonora di un film per Tarantino: in passato, infatti, il regista americano aveva inserito, come in Django Unchained, musiche del maestro scritte per altri film.

Vedi anche

Altri articoli