Dal programma a come seguirlo, tutto quello che c’è da sapere

Giubileo
Mons. Rino Fisichella, President of the Pontifical Council for the New Evangelization, showing the logo of the Jubilee of Mercy, announced by Pope Francis on March 13th 2015. It will be open from December 8th 2015 to November 20th 2016. Rome, May 5th 2015. ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

Dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016 tutte le date da ricordare per l’Anno Santo (con le istruzioni per l’iscrizione obbligatoria), l’inno e la preghiera ufficiali, i link per seguire tutti gli avvenimenti e le notizie

Con le celebrazioni che partiranno domani alle 9.30 in piazza San Pietro, inizia il Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco, che si chiuderà il 20 novembre 2016. Se Roma sarà naturalmente il centro dell’evento (e per questo sono già state approntate tutte le misure di sicurezza necessarie), è anche vero che questo sarà il primo Giubileo non solo tematico, ma anche globale, come testimoniato dal fatto che la prima Porta Santa ad essere stata aperta dal Pontefice è stata quella di Bangui nella Repubblica Centrafricana.

 

8 dicembre: l’apertura

La celebrazione inizierà con la lettura di alcuni brani delle quattro costituzioni conciliari, più altri due dedicati all’ecumenismo e alla libertà religiosa. Seguirà la processione dell’Evangeliario preparato appositamente per l’Anno Santo da padre Rupnik, che porta sulla copertina un mosaico con il logo del Giubileo. Quindi ci sarà l’apertura della Porta Santa, che verrà attraversata prima da Papa Francesco e quindi da cardinali, vescovi e rappresentanti di sacerdoti, religiosi, religiose e laici. Il corteo andrà quindi in processione fino alla tomba di San Pietro, dove sarà celebrata la Santa Messa. Le celebrazioni della mattinata saranno chiuse alle 12.30 da Papa Francesco, che reciterà l’Angelus.

All’evento parteciperanno sia il capo dello Stato Sergio Mattarella, che il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Alle 17.30 di oggi sarà inaugurata la nuova illuminazione artistica con cento luci a led di via della Conciliazione e piazza San Pietro, realizzata da Acea.

La componente più “spettacolare” della giornata di apertura arriverà la sera, con la rappresentazione Fiat lux. Sulla facciata e sulla cupola di San Pietro verranno proiettate le immagini ritratte da alcuni grandi fotografi, dedicate non solo ai temi giubilari (la misericordia) ma anche all’ambiente e ai mutamenti climatici, al centro non solo dell’enciclica di Francesco Laudato si’, ma anche alla Conferenza sul clima in corso a Parigi. Ecco alcune immagini del rendering e delle prove dello spettacolo di luci, che si sono tenute nei giorni scorsi.

UNITA32_20151207112021524

Immagine 1 di 8

Il rendering mostra una delle immagini dell'opera d'arte pubblica dal titolo "Fiat Lux: illuminare la nostra casa comune" che saranno proiettate sulla facciata della Basilica di San Pietro la sera dell'8 dicembre, apertura del Giubileo straordinario della Misericordia. ANSA/UFFICIO STAMPA EDELMAN ITALY - PHOTO DAVID DOUBILET - RENDERING OBSCURA DIGITAL

 

 

Gli eventi principali

Dopo l’apertura della Porta Santa nella basilica di San Pietro, il 13 dicembre sarà la volta della basilica di San Giovanni in Laterano e di tutte le cattedrali nel mondo. L’1 gennaio, in occasione della Giornata mondiale per la pace, sarà aperta invece la porta della basilica di Santa Maria Maggiore. Ecco alcuni degli altri appuntamenti giubilari da ricordare:

27 dicembre 2015 – Giubileo della famiglia

4 marzo 2016 – 24 ore per il Signore: celebrazione penitenziale presieduta da Papa Francesco nella Basilica di San Pietro

23-25 aprile 2016 – Giubileo dei ragazzi e delle ragazze

5 maggio 2016 – Veglia di preghiera presieduta da Papa Francesco per “asciugare le lacrime”, dedicata a tutti coloro che hanno bisogno di consolazione*

10 giugno 2016 – Giubileo degli ammalati e delle persone disabili

26-31 luglio 2016 – Giubileo dei giovani e Giornata mondiale della gioventù a Cracovia

7 ottobre 2016 – Giubileo Mariano

6 novembre 2016 – Giubileo dei carcerati

13 novembre 2016 – Chiusura delle Porte Sante nelle basiliche romane e nelle diocesi nel mondo

20 novembre 2016 – Chiusura della Porta Santa nella basilica di San Pietro

Inoltre, dato il gran numero di richieste rivolte dalle diocesi e dalle realtà ecclesiali, il Pontefice ha deciso di concedere oltre alle tradizionali udienze settimanali, anche alcune udienze speciali giubilari che si svolgeranno di sabato nel 2016 nelle giornate del 30 gennaio, 20 febbraio, 12 marzo, 9 e 30 aprile, 14 maggio, 18 e 30 giugno, 10 settembre, 1 e 22 ottobre, 12 novembre.

 

Iscriversi on line o al centro di accoglienza

Per partecipare ai grandi eventi, alle cerimonie con il Papa, alle udienze speciali, ma anche semplicemente per attraversare la Porta Santa bisogna effettuare l’iscrizione sulla pagina apposita del sito ufficiale dedicato al Giubileo. Chi non si è registrato on line, potrà farlo una volta giunto nei pressi di piazza San Pietro nel centro di accoglienza, che è stato allestito in via della Conciliazione 7. Il centro è aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 18.30 e lì, oltre a ricevere tutte le informazioni necessarie ed effettuare l’iscrizione, si potrà anche ritirare il testimonium della partecipazione al Giubileo.

Sul sito è prevista anche un’area per candidarsi come volontario per aiutare l’organizzazione negli eventi giubilari.

 

L’Inno ufficiale e la preghiera di Papa Francesco

Signore Gesù Cristo,
tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste,
e ci hai detto che chi vede te vede Lui.
Mostraci il tuo volto e saremo salvi.
Il tuo sguardo pieno di amore liberò Zaccheo e Matteo dalla schiavitù del denaro;
l’adultera e la Maddalena dal porre la felicità solo in una creatura;
fece piangere Pietro dopo il tradimento,
e assicurò il Paradiso al ladrone pentito.
Fa’ che ognuno di noi ascolti come rivolta a sé la parola che dicesti alla samaritana:
Se tu conoscessi il dono di Dio!

Tu sei il volto visibile del Padre invisibile,
del Dio che manifesta la sua onnipotenza soprattutto con il perdono e la misericordia:
fa’ che la Chiesa sia nel mondo il volto visibile di Te, suo Signore, risorto e nella gloria.
Hai voluto che i tuoi ministri fossero anch’essi rivestiti di debolezza
per sentire giusta compassione per quelli che sono nell’ignoranza e nell’errore:
fa’ che chiunque si accosti a uno di loro si senta atteso, amato e perdonato da Dio.

Manda il tuo Spirito e consacraci tutti con la sua unzione
perché il Giubileo della Misericordia sia un anno di grazia del Signore
e la tua Chiesa con rinnovato entusiasmo possa portare ai poveri il lieto messaggio
proclamare ai prigionieri e agli oppressi la libertà
e ai ciechi restituire la vista.

Lo chiediamo per intercessione di Maria Madre della Misericordia
a te che vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli.
Amen

 

Come seguire il Giubileo in tv e online

Tutti gli eventi giubilari saranno seguiti in diretta dal Centro Televisivo Vaticano, con la finestra sempre aperta su piazza San Pietro e sulle celebrazioni del Pontefice anche su YouTube (qui a lato).

Ma anche Tv2000 (canale 28 del digitale terrestre) ha allestito un palinsesto apposito per seguire l’anno giubilare, con le dirette e programmi speciali.

L’organizzazione della Santa Sede ha anche approntato canali appositi dedicati al Giubileo su tutti i principali social network (Facebook, Twitter, Instagram, Google+, YouTube e Flickr).

L’Opera romana pellegrinaggi ha anche pubblicato un’app gratuita per aiutare chi arriva a Roma. Con Iubitinera, che si può usare anche offline, il pellegrino viene accompagnato lungo i quattro Cammini del Giubileo della Misericordia: l’applicazione indica il cammino e in prossimità delle tappe avverte con una notifica; descrive gli oltre 60 luoghi di interesse dislocati lungo i Cammini, fornendo una descrizione ricca di contenuti storici, artistici e spirituali corredati da fotografie e da informazioni dettagliate e aggiornate, dagli orari di apertura delle chiese alle Sante Messe e le liturgie, dalla disponibilità dei confessori ai contatti telefonici e su internet.

Vedi anche

Altri articoli