Giro d’Italia: è ancora Germania, a Benevento vince Greipel

Maglia rosa
greipel

Il velocista della Lotto Soudal vince con una grande volata sul traguardo del capoluogo del Sannio. Domani primo arrivo in salita

La Germania si conferma la patria dei velocisti e dopo le due vittorie di Marcel Kittel a Benevento è André Greipel a conquistare la vittoria in volata. Una volata atipica con un rettilineo di un chilometro, in leggera salita, con pavé e porfido e preceduto da una curva a gomito. Proprio la curva a gomito ha cambiato la volata, con la caduta di un uomo Katusha a scombinare le carte in tavola. Tutto ciò si è rivelato perfetto per il velocista tedesco che con una volata autoritaria è riuscito a vincere la sua quarta vittoria alla corsa rosa.

Notizia principale della tappa è il ritardo di 4 secondi che Landa e Nibali hanno accusato da Domoulin e Valverde per via di un buco causato dalla caduta, che probabilmente i giudici neutralizzeranno.

La trama della corsa non è cambiata rispetto alle passate tappe concluse in volata, con un gruppetto di coraggiosi, oggi 4 Oss (Bmc), Foliforov (Gazprom), Brutt (Tinkoff), Txurruka (Orica), che per tanti chilometri hanno condotto la corsa, con il gruppo a controllare che non prendessero un vantaggio incolmabile.

I corridori hanno trovato una Benevento vestita non di rosa, ma di giallorosso per onorare la prima storica promozione in serie B della squadra locale.

In rosa rimane Tom Domoulin, in rossa Marcel Kittel, blu Damiano Cunego e bianca Bob Jungels.

Domani il primo vero esame del Giro con l’arrivo in salita a Roccaraso, che sarà preceduta anche dall’ascesa di Bocca di Selva. Due salite lunghe e pedalabili, che sicuramente non diranno chi vincerà la corsa rosa, ma molto probabilmente diranno chi non la vincerà. Occhi puntati dunque su Vincenzo Nibali, Mikel Landa e Alejandro Valverde e sulla maglia rosa Tom Domoulin. Per la vittoria di tappa puntiamo su Domenico Pozzovivo solitamente in palla sulle prime salite del giro.

Vedi anche

Altri articoli