Giornalista di Agorà minacciata durante la diretta tv da Tor Bella Monaca

Roma

La solidarietà della vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, e della redazione di Unita.tv

Stamattina l’inviata di Agorà, Sara Mariani, e la troupe con cui lavorava sono state minacciate di morte durante il collegamento dal quartiere romano di ‪Tor Bella Monaca‬. La giornalista stava realizzando una diretta quando un uomo ha iniziato a inveire contro la troupe, tanto da costringerli a interrompere il loro lavoro.

Nell’esprimere la propria vicinanza e solidarietà alla giornalista Rai, la vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, ha sottolineato che “le minacce di morte ricevute sono un grave tentativo di intimidazione da parte di chi non tollera che si faccia libera informazione sullo stato delle nostre periferie e sulle condizioni di illegalità diffusa che ne ostacolano lo sviluppo e la riqualificazione”.

La senatrice dem  oggi ha partecipato, proprio a Tor Bella Monaca, a un’iniziativa contro la violenza sulle donne promosso dal Partito Democratico romano. Si tratta di uno dei primi incontri delle “Panchine Rosse” che si svolgeranno in diversi municipi di Roma. Un appuntamento importante, spiega Fedeli, per “ribadire il rifiuto di qualsiasi forma di violenza e per contribuire a una migliore qualità della vita per tutti, a partire dalle periferie”.

Alle parole di vicinanza espresse della vicepresidente del Senato aggiungiamo la solidarietà di tutta la redazione di Unita.tv a Sara Mariani e a tutto il team di Agorà.

Vedi anche

Altri articoli