Ghigliottina, canguro e ostruzionismo. Parte la maratona al Senato

#5TopNews
Italy's Prime Minister Matteo Renzi talks during a confidence vote at the Senate in Rome February 24, 2014. Renzi faces his first test before a fractious national parliament on Monday when he goes to the Senate to put flesh on ambitious reform plans and seeks to win a confidence vote in his newly installed government. REUTERS/Tony Gentile  (ITALY - Tags: POLITICS)

Tutte le notizie e gli appuntamenti della giornata da non perdere

Grasso e la ghigliottina sugli emendamenti irricevibili

Iniziano oggi in aula al Senato le votazioni al ddl di riforma costituzionale con l’obiettivo di approvare il tutto il 13 ottobre. Il presidente del Senato Pietro Grasso sarà una figura centrale in questi giorni, dopo avere bocciato la valanga di emendamenti della Lega avrà il compito di esaminare quelli rimanenti che sono 383.500. Decisione che ha fatto infuriare Calderoli, soddisfatto, invece, il Pd che ora vede la meta del percorso di riforma, seppur ancora accidentato, più vicina.

Lavoro e ripresa economica

Il premier Matteo Renzi, terminato il suo intervento all’Assemblea generale dell’Onu, è ripartito da New York per rientrare in Italia. Oggi il presidente del Consiglio sarà a Roma per seguire gli appuntamenti istituzionali in agenda tra cui il il question time alla Camera dove risponderà alle domande della interrogazione dei Deputati del Pd, di cui è primo firmatario il capogruppo Ettore Rosato, sulle prossime iniziative del governo finalizzate a rafforzare la ripresa economica ed occupazionale.

Addio Pietro Ingrao

I funerali di Stato saranno celebrati a piazza Montecitorio questa mattina alle 11, negli ultimi due giorni sono stati centinaia i cittadini nella camera ardente di Montecitorio che hanno salutato per l’ultima volta lo storico dirigente del Pci ed ex presidente della Camera. Alle 15 è poi previsto un saluto in piazza Cavour nel suo paese natale, Lenola (Latina) dove avverrà anche la sepoltura nel cimitero cittadino.

Dieselgate e motori 

Sono 11  milioni le automobili (ecco quali modelli) che saranno richiamate dalla Volkswagen travolta dallo scandalo dieselgate: l’operazione dovrebbe avere un costo di 6,5 miliardi. Intano la Ferrari scalda i motori per lo sbarco a Wall Street: entro venerdì dovrebbe partire il processo di offerta pubblica iniziale, da 1 miliardo di dollari.

La Russia e la lotta al terrorismo

“Un incontro in cui presenteremo la nostra bozza di risoluzione per la lotta contro il terrorismo, offriremo le nostre idee, ci sarà una discussione”. Queste le parole del viceministro degli Esteri Mikhail Bogdanov. La Russia, dopo il vertice Obama-Putin, quindi presenterà la sua bozza di risoluzione sulla lotta contro il terrorismo oggi in una riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

 

 

Vedi anche

Altri articoli