Giachetti: “Raggi dice bugie ai romani, ecco le mie presenze in Parlamento”

Amministrative
raggi_giachetti

Scintille su Twitter tra Giachetti e Raggi

Nuovo scontro nella campagna elettorale per la corsa al Campidoglio. Il duello di oggi è tra Roberto Giachetti e Virginia Raggi. La candidata grillina, alludendo ad alcune assenze in Parlamento da parte del deputato dem, risponde con “Giachetti chi?” a una domanda sul suo sfidante, rielaborando la famosa battuta usata da Matteo Renzi, nell’ormai lontano aprile 2014, che disse “Fassina chi?” a un giornalista, per polemizzare con l’allora viceministro. “Giachetti – è l’accusa di Raggi – si permette di essere assente a oltre il 60% delle sedute per fare campagna elettorale con i soldi nostri”.

Ma Giachetti non ci sta. “Ecco le mie presenze in Parlamento” replica su twitter. “Raggi dice bugie ai romani, un pessimo biglietto da visita. (Fonte: Openpolis)”. Il candidato dem allega anche uno schema delle presenze, rilevato da Openpolis, aggiornato al 21 aprile 2016. Presenze in 16733 votazioni: presenze 87.56%, assenze 6.51%, missioni 5.93%.

Non è il primo round della guerra sulle presenze tra i competitor alla carica di sindaco della Capitale: lo stesso Giachetti in risposta alle accuse di “poltronismo” aveva a suo tempo ribattuto che la candidata pentastellata da consigliere comunale capitolino “faceva parte di quattro commissioni con una presenza del 50%”.

E non tarda ad arrivare l’ulteriore replica da parte della candidata grillina, sempre targata Twitter, che coinvolge nel dibattito anche uno dei candidati del centrodestra: “Roberto Giachetti mi accusa di dire bugie su assenze e cita Open polis, che è mia stessa fonte. Ma sereno, Meloni fa peggio“.

raggi

Vedi anche

Altri articoli