Fusione Espresso-Itedi, nel 2017 nasce nuovo gruppo editoriale

Media
giornali-160302104602-2

il nuovo gruppo avrà 750 milioni di ricavi e una diffusione media di più di 555 mila copie al giorno

Nel 2017 nascerà uno dei più importanti gruppi europei nel settore dell’informazione. E’ questo lo scenario previsto dal memorandum d’intesa firmato oggi dal gruppo Espresso, Fiat Chrysler e la Itedi della famiglia Perrone.

L’operazione prevede la fusione per incorporazione nel gruppo Espresso, proprietario di Repubblica, di Itedi, la società editoriale cui fanno capo La Stampa e Il Secolo XIX. Il tutto è previsto per il primo trimestre del 2017.

Cir manterrà il controllo della nuova creatura. Nella nota che ha annunciato l’accordo si specifica che la holding di De Benedetti avrà “una quota superiore al 40%” della società che resterà quotata alla Borsa italiana e che la fusione “avverrà sulla base di un concambio che sarà stabilito puntualmente negli accordi definitivi, subordinatamente alla due diligence e ad altre condizioni”.

Le testate che saranno riunite nel gruppo Espresso dopo la fusione “manterranno piena indipendenza editoriale” e godranno di uno stato di salute ottimo. Visto che il nuovo gruppo avrà 750 milioni di ricavi, la più alta redditività del settore, e non sarà gravato da debiti. Una situazione ereditata dal gruppo Espresso che ha concluso il 2015 con  605 milioni di euro di ricavi e un utile di 17 milioni di euro.

 

Vedi anche

Altri articoli