Forum famiglie: “Non boicotteremo il referendum costituzionale”

Riforme
1534289_10203735005645820_1411010759106177877_n

La Boschi a Palermo: “A ottobre si voti nel merito”

A causa dell’approvazione della legge sulle unioni civili “non boicotteremo il referendum costituzionale” sulle riforme: “sono due cose separate”. Così il presidente del Forum delle associazioni familiari, Gianluigi De Palo, si sfila dalla schiera di chi, all’indomani del voto che ha trasformato il ddl Cirinnà in legge, aveva minacciato di vendicarsi ad ottobre. “Semmai – ha affermato De Palo a margine di un incontro a Roma – sul referendum dovremmo fare una riflessione seria perché i corpi intermedi come le associazioni vengono messi in secondo piano, e quindi c’è un ragionamento molto più ampio da fare”.

E sull’appuntamento di ottobre è tornata oggi anche il ministro per le riforme, Maria Elena Boschi. “La scommessa del Pd – ha detto a margine di un’iniziativa a Palermo – è non avere paura di utilizzare la campagna referendaria per aprirsi ai cittadini. Se rimaniamo nel nostro steccato, perdiamo un’occasione importante”. La rappresentante del governo ha ricordato anche che è importante “votare nel merito” del referendum lasciando da parte polemiche che non riguardano le riforme costituzionali. “Chi andrà a votare a ottobre, mi auguro tantissimi, devono votare nel merito. Sulla simpatia del governo – ha chiosato – lo potranno fare nel 2018. Mi auguro che i cittadini non dicano no a un futuro più semplice per una questione di simpatia del governo”.

Vedi anche

Altri articoli