FMI, Christine Lagarde si candida per un secondo mandato

Economia
epa04969572 A handout photo provided by the International Monetary Fund (IMF) of  International Monetary Fund Managing Director Christine Lagarde participate in a Seminar as part of the 2015 IMF/World Bank Annual Meetings in Lima, Peru, 08 October 2015. The Annual Assembly of the International Monetary Fund (IMF) and the World Bank Group (WBG) returns to Latin America after 48 years from 09 to 11 October 2015.  EPA/STEPHEN JAFFE/IMF / HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY

L’attuale direttore operativo dell’organismo internazionale si ricandida

“Si, sono in corsa”. Christine Lagarde ci riprova e sul canale televisivo France2 annuncia la sua candidatura ufficiale per un secondo mandato al Fondo monetario.

L’avvocato con “l’hobby” per l’economia dunque ambisce nuovamente a una delle cariche più importanti in campo economico, specialmente in questo periodo di grande incertezza a livello mondiale, tra un’Europa debole, un’America tornata a scalpitare e l’Asia sempre più nevrotica, divisa tra periodi di grande espansione e altri di repentina contrazione.

Nessuno dei precedenti direttori operativi dell’FMI, compreso Dominique Strauss-Kahn, hanno avuto l’onore di ricoprire un secondo mandato. Ma l’ex ministro dell’economia governo Sarkozy, una dei pochi che non è stata mai toccata dai diversi rimpasti, potrebbe farcela anche questa volta.

La sua carriera è il suo miglior curriculum, almeno per la finanza liberal-liberista che dovrà sceglierla. Prima l’esperienza negli anni 80 nello studio legale di Chicago Baker&McKenzie, di cui fu la prima donna ad essere nominata nel cda. Poi ministro dell’economia per il governo Sarkozy. Il migliore dell’eurozona, secondo il Financial Times (che, per la cronaca, aveva eletto a migliore ministro del 2012 il tedesco Wolfgang Schäuble, spina nel fianco della Grecia indebitata). E infine la nomina a capo del vertice del Fondo monetario nel 2011.

 

Vedi anche

Altri articoli