E’ un flop totale il voto sul Non-Statuto: quorum non raggiunto

M5S
quorum m5s

La votazione si era chiusa mercoledì 26 alle ore 21

Dopo una lunga pausa, sono stati pubblicati sul Blog di Beppe Grillo i risultati della votazione sulle modifiche al Non Statuto e al Regolamento del MoVimento 5 Stelle. La votazione che si era chiusa mercoledì 26 – viene spiegato- è stata controllata da un ente esterno la “DNV GL Business Assurance” ed è per questo che l’esito non è stato dato subito.

Per la prima volta viene ufficialmente dato il numero degli iscritti al MoVimento 5 Stelle alla data del 1.1.2016 che è pari a 135.023. L’asticella fissata dal quorum che renderebbe effettiva la votazione è il 75% degli iscritti: sarebbero insomma serviti 101 mila voti per raggiungere il quorum. Ma alla  votazione  hanno partecipato 87.213 iscritti al MoVimento 5 Stelle.

Il voto degli attivisti M5S viene comunque festeggiato.  “Grazie agli 87.213 iscritti che hanno partecipato alla votazione – scrive Beppe Grillo sul suo blog -. Avete permesso al MoVimento 5 Stelle di raggiungere quello che probabilmente è il record mondiale di partecipanti a una votazione online per una forza politica o un’associazione. Mai così tante persone si sono potute esprimere direttamente sul futuro della comunità di cui fanno parte”.

 “Processi, burocrazie, codici e codicilli non possono fermarci perché siamo uniti e compatti verso lo stesso obbiettivo. Il MoVimento 5 Stelle trova difficoltà a essere riconosciuto dalle leggi attuali perché la sua struttura e organizzazione è molto più innovativa e avanzata di quelle regolamentate dai codici. Proprio per questo il nostro caso è destinato a fare giurisprudenza”, dice Beppe Grillo.
“Il nostro obbiettivo è tutelare il MoVimento 5 Stelle, tutelare i suoi principi, tutelare gli iscritti e garantire loro il rispetto delle regole dell’appartenenza alla comunità, dell’indirizzo politico del MoVimento e di candidatura alle cariche elettive – prosegue – Grazie ancora alle decine di migliaia di iscritti che hanno votato e ai milioni di persone che ci sostengono. Andiamo avanti per governare e rendere migliore questo Paese”.

Vedi anche

Altri articoli