Fiume di emendamenti, le relatrici: “Interesse di tutti non lavorare inutilmente”

Legge di Stabilità
stabilita_cover_corretta

Oggi, alle 13, il termine per la presentazione degli emendamenti alla manovra

Sono circa 3.600 gli emendamenti presentati in commissione Bilancio al Senato alla Legge di Stabilità 2016. Il termine ultimo per la presentazione è scaduto questa mattina alle 13. Nella marea di modifiche presentate i contributi più numerosi arrivano da Forza Italia, che ha presentato 477 emendamenti insieme a 6 ordini del giorno, e dal Movimento 5 Stelle che hanno fatto ancora di più, con un’ondata di 590 emendamenti, 39 odg e 10 emendamenti al bilancio. Per i democratici la quota si è fermata a 400. Circa 150 quelli selezionati dal Gruppo Pd cui si aggiungono circa altri 250 presentati dai senatori dem.

Visto il fiume di emendamenti, l’appello alla ragionevolezza lanciato da Magda Zanoni, una delle due relatrici del provvedimento, sembra inevitabile. “Credo che sia nell’interesse generale non lavorare inutilmente” commenta la senatrice Pd per cui sarebbe impensabile immaginare “che Mef e uffici tecnici possano preparare anche le schede”. Senza considerare poi, sostiene ancora l’esponente Pd, che buona parte delle modifiche presentate potrebbero cadere sotto la scure dell’inammissibilità, mentre un’altra quota consistente verrà ridotta attraverso il lavoro di sintesi fra “quelli identici o simili”.

“Con un numero così elevato di emendamenti – ha commentato , Federica Chiavaroli (Ap), l’altra relatrice del provvedimento – è difficile che si possa discutere seriamente delle questioni”. Per evitare di vanificare la discussione intorno alla manovra, anche l’esponente di Area popolare si è appellata alle opposizioni affinché “segnalino gli emendamenti di interesse in modo che il lavoro in commissione sia fruttuoso”.

Vedi anche

Altri articoli