Teatro Regio, Pizzarotti indagato per abuso d’ufficio. Fico: “Passo indietro se è stato scorretto”

M5S
Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, al suo arrivo al Circo Massimo per la manifestazione Italia5Stelle, Roma, 11 ottobre 2014. ANSA/CLAUDIO PERI

La notizia è stata data dalla Gazzetta di Parma

Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, risulta indagato per abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta della Procura cittadina sulle nomine al Teatro Regio. La notizia è stata data dalla Gazzetta di Parma. Insieme al sindaco, eletto con il M5S, risulta indagata l’assessore alla Cultura, Laura Ferraris. Coinvolti anche gli altri tre membri del consiglio d’amministrazione del Regio.

Sotto la lente della procura c’è la nomina di Anna Maria Meo a direttore generale del Teatro Regio e di Barbara Minghetti come consulente per lo sviluppo e i progetti special. Il fascicolo era stato aperto lo scorso autunno in seguito agli esposti del senatore del Pd Giorgio Pagliari, in merito alle procedure di selezione avviata con un avviso pubblico nel giugno 2014, chiuse con la bocciatura di sette candidati e con la chiamata diretta della Meo al posto dell’amministratore esecutivo Carlo Fontana nel gennaio 2015. Pagliari ha invece voluto sottolineare di essere garantista e di non volersi pronunciare sulla vicenda giudiziaria. “Posso solo ribadire – ha spiegato Pagliari – le ragioni che mi hanno guidato nella contestazione di quella operazione: la ‘svendita’ del ruolo, del prestigio e soprattutto della storia del Teatro Regio di Parma e la sottovalutazione della necessità di rilanciare e qualificare la stessa struttura in funzione del festival Verdi, che ha una potenzialità per Parma, la provincia e per il Paese. Ciò premesso la vicenda è emblematica del modo in cui l’amministrazione Cinquestelle applica i principi della trasparenza, della buona amministrazione e dell’imparzialità. Della serie: predico bene e razzolo male”.

“Sono tranquillo – ha dichiarato, invece, il sindaco di Parma Pizzarotti – perché è un atto dovuto che rispetto pienamente. Era già emerso ci fossero indagini in corso in ragione degli esposti del senatore Pd Pagliari. Sarà utile per chiarire la vicenda, con la Procura consueto atteggiamento collaborativo. Il mio impegno – conclude Pizzarotti – continua senza esitazione”.

 Virginia Raggi, in un forum a Corriere.it, alla domanda se Pizzarotti dovrebbe dimettersi ha risposto: “Decida lui”. Negando comunque che nel M5S esista “una questione morale”. Anche il direttorio del M5s si è fatto sentire attraverso le parole di Roberto Fico su Facebook: “Il sindaco di Parma è indagato per aver nominato il direttore del Teatro Regio, cosa che è nelle sue prerogative. La magistratura sta verificando se ha seguito correttamente la procedura. Come sempre, se dovesse emergere una condotta contraria alla legge e ai principi del movimento 5 stelle chiederemo un passo indietro. Come in tutti gli altri casi”.

 

Vedi anche

Altri articoli