Europei basket, l’Italia stecca la prima. Il cammino si complica

Sport
epa04915765 Italy's Danilo Gallinari (R) in action against Turkey's Semih Erden (C) during the FIBA EuroBasket 2015 Group B match between Italy and Turkey at the Mercedes-Benz-Arena in Berlin, Germany, 05 September 2015.  EPA/LUKAS SCHULZE

A Berlino nazionale azzurra sconfitta all’esordio dalla Turchia. Parte male e fallisce la rimonta, nonostante un mostruoso Gallinari

Comincia in salita l’europeo dell’Italbasket. La nazionale guidata da Simone Pianigiani perde una partita fondamentale a Berlino contro la Turchia. Decisivo il primo quarto, letteralmente buttato via dagli azzurri. Inutile il progressivo recupero, guidato da uno straordinario Danilo Gallinari che chiude con 33 punti. Italia troppo brutta in difesa e troppo molle a rimbalzo. Ora il cammino degli azzurri, inseriti nel girone di ferro degli europei, si complica molto. “Abbiamo perso troppi palloni – riconosce il campione dei Denver Nuggets a fine partita – e concesso eccessivi rimbalzi alla Turchia. Loro sono stati bravissimi ad entrare subito nel clima partita. Avessimo perso qualche palla in meno e preso qualche rimbalzo in più avremmo vinto noi“.

Primo quarto. Italia-Turchia 13-26
Partenza difficilissima per l’Italia che nel primo quarto viene doppiata dalla squadra di coach Ataman (26-13). Più aggressivi, più decisi in difesa e a rimbalzo, più precisi al tiro. Italia che va via via perdendo di convinzione. Per i turchi 9 punti di Ilyasova, per gli azzurri, 5 di Belinelli e 4 di Gallinari, ma soprattutto sette palle perse per l’Italia e zero per la Turchia.

Secondo quarto. Italia-Turchia 42-51 (29-25)
Entrano in partita Gigi Datome e Andrea Bargnani (9 punti) ma Dixon e Ilyasova continuano a far male, ottimamente supportati da Mahmutoglu e Osman. Italia quasi nulla in difesa e molto debole a rimbalzo. La squadra di Pianigiani cresce nella seconda parte di quarto, grazie ad una fisiologica flessione della Turchia e a tutto il mestiere di Danilo Gallinari che chiude il primo tempo con 15 punti (11 su 11 ai liberi)

Terzo quarto. Italia-Turchia 61-66 (19-15)
In uscita dagli spogliatoi la musica non cambia. Penetrazioni facili per la Turchia, Italia inconsistente in difesa, pessima a rimbalzo e appesa alle iniziative estemporanee dei suoi campioni in attacco. Dixon, imprendibile folletto di 1 metro e 78, fa impazzire gli azzurri. Gallinari (23 punti) però prende per mano l’Italia, che progressivamente si avvicina, anche grazie all’assenza di Ilyasova (4 falli), costretto alla panchina forzata. A due minuti dalla fine del terzo quarto la squadra di Pianigiani è a un possesso di distanza, ma chiude a -5 anche a causa di alcune contestabili decisioni arbitrali

Quarto quarto. Italia-Turchia 87-89 (26-23)
Parte forte l’Italia, trascinata ancora da Gallinari. Prima parte di quarto molto equilibrata anche grazie al rientro in partita di Marco Belinelli. La Turchia però non cede e rimette vari possessi di distanza tra sé e gli azzurri. Erden fa malissimo sotto canestro, anche grazie all’inconsistenza dell’Italia nel pitturato. E’ finale al cardio palma, Gallinari è fantastico, Italia a -2 a 1 minuto e mezzo dal termine. Datome regala due liberi a Erden che riporta i turchi a +4. Un’incredibile tripla di Belinelli porta l’Italia a -1 ma un gioco da tre di Ilyasova riporta la Turchia a due possessi di vantaggio. Datome la mette da due, Gallinari fa uno su due ai liberi, Erden anche. Finisce 87-89

Tabellino

Italia – Gallinari 33 punti, Belinelli 14 punti, Bargnani 12 punti, Gentile 12 punti

Turchia – Erden 22 punti, Dixon 17 punti, Ilyasova 17 punti,

 

Le altre partite del girone

Nel gruppo dell’Italia vincono a fatica i padroni di casa della Germania contro l’Islanda (71-65) mentre la Serbia schianta i campioni in carica della Spagna (70-80) grazie al neo Nba Nemanja Bjelica. Domenica 6 settembre di nuovo in campo: gli azzurri sono impegnati contro l’Islanda alle 18, Serbia-Germania alle 15 e Turchia-Spagna alle 21.

 

(Foto Ansa)

Vedi anche

Altri articoli