Europei basket: Italia da sogno, la Spagna è ko

Sport
epa04920743 Spain's Rodriguez (l) in action against Italy's Danilo Gallinari (r) during the FIBA EuroBasket 2015 Group B match between Spain and Italy at the Mercedes-Benz-Arena in Berlin, Germany, 08 September 2015.  EPA/LUKAS SCHULZE

Terza partita e seconda vittoria per gli azzurri. Eccezionale prestazione dei tre Nba ma è tutta la squadra ad aver cambiato marcia

Un’Italia da sogno batte 105 a 98 la super-favorita Spagna di Sergio Scariolo. Una vittoria firmata dai tre “americani”: 29 punti per Gallinari, 27 per Belinelli e 18 per Bargnani. Ma sono tutti gli azzurri a giocare una partita veramente straordinaria, con giocate principesche e un’intensità forse mai vista negli ultimi dieci anni. Alle Furie Rosse non basta un Gasol formato Nba finals (34 punti).

La cronaca dell’impresa

Primo quarto. Italia-Spagna 19-20
Senza capitan Gigi Datome e con Marco Belinelli acciaccato, parte bene l’Italia che sembra solo una lontana parente della squadra scesa in campo nelle prima due partite con la Turchia e l’Islanda. Ottima fisicità, soprattutto in difesa, lucidità in attacco, scelte giuste e precisione al tiro. Lo spauracchio Spagna, in questo primo quarto, non ha fatto il botto, nonostante i 12 punti di un regale Pau Gasol. Ottimo primo quarto di Andrea Bargnani che, pur con qualche errore al tiro, chiude mettendo a referto 10 punti.

Secondo quarto. Italia-Spagna 42-45 (23-25)
L’Italia regge bene anche nel secondo quarto, grazie all’ottimo apporto che arriva dalla panchina con Aradori su tutti. Sale in cattedra Danilo Gallinari che chiude il primo tempo con 14 punti e giocate da lustrarsi gli occhi. La transizione spagnola comincia a far male e Pau Gasol continua a dettare legge sotto canestro, nonostante l’ottima (inedita) difesa di Andrea Bargnani. Alcune decisioni arbitrali contestabili e un brutto momento di paura per un volo in area di Hackett non scalfiscono gli azzurri che chiudono a -3.

Terzo Quarto. Italia-Spagna 73-63 (31-18)
Pronti via e parzialone di 15 a 2 per l’Italia. Un eroico Marco Belinelli, nonostante giochi praticamente con una gamba sola, con 11 punti in un amen, porta avanti l’Italia di 10 punti. La Spagna prova a rifarsi sotto, sempre con Gasol, ma Belinelli è indemoniato e l’Italia finalmente gioca con il fuoco dentro. Quando la Spagna sembra ritrovare il bandolo della matassa, prima un gioco da tre punti di Cusin ispirato da uno straordinario Gallinari e poi ancora il Beli riportano avanti l’Italia che chiude a +10. Mostruoso terzo quarto dei ragazzi di Pianigiani.

Quarto quarto. Italia-Spagna 105-98 (32-35)
Ancora intensità incredibile dell’Italia. La situazione sotto canestro si complica con Bargnani e Cusin che arrivano subito a 4 falli ciascuno. A rimettere in ritmo l’Italia sono due triple dei soliti Belinelli e Gallinari e alcune giocate veramente da fantascienza. Una clamorosa sciocchezza di Cusin lo costringe ad abbandonare anzitempo il campo, ma l’Italia tiene. A tre minuti dalla fine siamo a +12 ma finisce (sempre per quinto fallo) anche la partita di un grande Bargnani. Gli azzurri non si impauriscono e tengono fino alla fine. La Spagna è ko.

Tabellino
Italia – Gallinari 29 punti, Belinelli 27 punti, Bargnani 18 punti
Spagna – Gasol 34 punti, Mirotic 13 punti, Reyes 9 punti

Oggi di nuovo in campo con la Germania
La Serbia demolisce l’Islanda (93-64) e vola a punteggio pieno. Germania sconfitta dalla Turchia in una partita forse decisiva per la qualificazione. Oggi alle 17,45 altro match fondamentale per gli azzurri che con una vittoria contro i padroni di casa tedeschi si assicurerebbero il passaggio del turno nel girone di ferro dell’europeo.

(Foto Ansa)

Vedi anche

Altri articoli