Eurobasket, guida ai quarti di finale

#EuroBasket2015
eurobasket2015_sitoOK_quarti

Martedì 15 e mercoledì 16 a Lille si disputeranno i quarti di finale, vediamo nel dettaglio le sfide. Spagna-Grecia il big match, Italia attenta alla Lituania

Con Lituania-Georgia si sono conclusi gli ottavi di finale, tutto è andata secondo pronostico tranne la vittoria della Repubblica Ceca sulla Croazia. Da domani si parte con i quarti di finale, la vittoria garantisce un posto al torneo preolimpico, mentre una sconfitta potrebbe significare la rinuncia definitiva a Rio 2016, infatti una delle 4 squadre sconfitte non prenderà parte al torneo di qualificazione per le Olimpiadi brasiliane. Vediamo allora nel dettaglio i quarti di finale.

Spagna-Grecia, martedì 15 ore 18:30. I quarti di finale inizieranno col botto, infatti il primo match sarà tra le furie rosse e gli ellenici. Un match ricco di campioni dove non ci può essere una squadra favorita. La Grecia fino ad ora non ha mai perso, anche se bisogna ammettere che il suo girone non era impossibile. La stella della squadra è Giannis Antetokounmpo, ala dei Milwaukee Bucks, giocatore in grado di spostare gli equilibri in qualsiasi momento. Altro elemento da tenere in considerazione è il centro Nba Kostas Koufos, che però dovrà vedersela con la stella spagnola Pau Gasol. E’ lui il faro degli iberici e in questo europeo sta viaggiando con 23 punti di media. La partita si potrà decidere sotto canestro con le sfide Gasol-Koufos e Antetokounmpo-Mirotic, ma attenti ai tiri da 3, le due squadre tirano praticamente con le stesse percentuali 37,8% contro il 36,4% a favore della Spagna, che però tenta molti più tiri dalla distanza.

Francia-Lettonia, martedì 15 ore 21:00 Sulla carta è una partita già segnata, troppo forti i transalpini per poter essere intimoriti dai lettoni, l’unica preoccupazione per Parker e compagni potrebbe essere affrontare il match senza la giusta concentrazione. La Lettonia, che ha giocato il girone in casa, ha vinto 3 partite perdendo con Lituania e Ucraina. Negli ottavi è riuscita a prevalere sulla Slovenia a termine di una partita molto equilibrata. La Francia, invece, non ha ancora perso in questo torneo e non ha dato mai l’impressione di essere in difficoltà. I 6 giocatori Nba, uniti ad ‘europei’ di livello fanno sì che i transalpini siano la squadra da battere in questa competizione.

Serbia-Repubblica Ceca, mercoledì 16 ore 18:30. Altra partita, sulla carta, scritta è quella tra Serbia e Repubblica Ceca. Troppa la differenza di spessore tra le due squadre, anche se la Serbia vista nell’ottavo di finale contro la Finlandia non sembra dare troppe garanzie. La Repubblica Ceca è una squadra ben organizzata e che gioca a ritmi folli, facendo dell’intensità la sua arma vincente. Se la Repubblica Ceca riuscirà a giocare sui ritmi che ha mostrato domenica contro la Croazia potrà impensierire la Serbia, anche se la differenza di talento e di centimetri a vantaggio della Serbia suggeriscono una sola squadra favorita.

Italia-Lituania, mercoledì 16 ore 21:00. Chiude il programma dei quarti la sfida tra gli azzurri e la Lituania. Quando si parla dei lituani nel basket c’è sempre da stare attenti nelle valutazioni. A questo europeo non hanno entusiasmato, in special modo la loro stella, il centro dei Toronto Raptors Jonas Valanciunas, ma anche giocando male sono arrivati ai quarti. Nell’ultimo ottavo di finale in programma hanno battuto con molta fatica la Georgia, non certo un avversario eccezionale, dimostrando tutte le loro difficoltà. Ma sono la Lituania e agli appassionati di basket ritorna in mente il quarto di finale di due anni fa, quando nonostante l’Italia avesse espresso un ottimo basket per tutto l’europeo fummo eliminati proprio dai lituani. La differenza di spessore c’è, ma tanto verrà deciso dall’approccio alla partita. Andrea Bargnani dovrebbe essere della partita, gli esami non hanno evidenziato lesioni. Un’ottima notizia specialmente in questa partita dove dovrà duellare con Valanciunas, una sfida tra il passato e il presente dei Toronto Raptors. Le preoccupazioni maggiori saranno dunque sotto canestro, la Lituania non tira molto da 3, mentre per l’Italia il tiro da fuori è spesso un’opzione.

Vedi anche

Altri articoli