Esplosione in un poligono nel ferrarese: tre morti e cinque feriti

Cronaca
Le operazioni di spegnimento dell'incendio provocato da un'esplosione in un poligono di tiro privato a Portomaggiore, in provincia di Ferrara, 10 gennaio 2016.
ANSA/ SERGIO PESCI

Lo scoppio è avvenuto a Portomaggiore: la causa potrebbe essere un accumulo di gas nell’ambiente

E’ di tre morti e tre ustionati il bilancio dell’esplosione che si è verificata in un poligono di tiro privato a Portomaggiore, in provincia di Ferrara. Durante l’intervento per spegnere l’incendio scoppiato a seguito dello scoppio, inoltre, sono rimasti feriti, non in modo grave, due vigili del fuoco a causa del crollo di un solaio. Le cinque persone ferite sono state dimesse dal Sant’Anna di Cona poche ore dopo il ricovero.

L’incidente è avvenuto attorno alle 10 in un poligono in via Carlo Cattaneo che si trovava al secondo piano di un piccolo capannone di circa 400 metri quadri.

L’unica pista dell’incidente avvenuto nel ferrarese è la saturazione nell’ambiente del poligono di gas prodotti dalle esplosioni delle armi. Secondo gli investigatori, quindi, si sarebbe formato un eccesso di gas oppure non sarebbe stato rispettato il tempo di attesa per consentire al sistema di aerazione di espellere i gas.

Domani proseguiranno gli interventi dei vigili del fuoco che tenteranno di accedere nel capannone alla ricerca delle tre persone che hanno perso la vita a causa dell’esplosione. Al momento non e’ possibile entrare nella struttura che è a forte pericolo di crollo. Domani sarà necessario l’intervento di un mezzo attrezzato con un braccio e una pinza per abbattere le capriate pericolanti del tetto.

Vedi anche

Altri articoli