Epurazione senza fine, via il sindaco di Gela

M5S
gela-messinese-420x231

Espulso Messinese. Lui si difende: “Il Movimento? Latitante”

L’epurazione a cinque stelle colpisce, come era ampiamente annunciato, a Gela: ne fa le spese il sindaco, Domenico Messinese.

Messinese, si legge in un comunicato del M5S, “è venuto meno agli obblighi assunti con l’accettazione della candidatura e si è dimostrato totalmente fuori asse rispetto ai principi di comportamento degli eletti nel movimento e anche alle politiche ambientali energetiche e occupazionali più accreditate in ambito europeo. Pertanto si pone fuori dal Movimento, di cui, da oggi, non fa più parte”.

Ci sono poi accuse sulla questione del mancato taglio all’indennità.

Messinese, da parte sua, aveva già detto che in questi mesi “il Movimento è stato latitante” e ha difeso il suo operato.

Vedi anche

Altri articoli