Elezioni comunali, il M5S ci prova col rosa

M5S
bedori_appendino

Le candidate sindaco del M5S a Milano e Torino sono due donne. Anche a Roma sarà così?

Patrizia Bedori a Milano e Chiara Appendino a Torino. Sono le due candidate sindaco del Movimento 5 Stelle, scelte dagli iscritti al “non partito” della ditta Grillo&Casaleggio.

A Milano nessuna consultazione in rete, ma delle pseudo primarie che hanno incoronato la 52enne, disoccupata,  attivista e diplomata in comunicazioni visive. “Sono emozionata di far parte di questa bellissima comunità”, ha detto Bedori subito dopo l’annuncio. “Spero di cambiare davvero Milano. Ora la voce va data ai cittadini: lo dice anche il primo articolo della Costituzione”.  Di lei rammentiamo soprattutto quando votò contro i fondi alla giornata della memoria per le vittime della Shoah perché spiegava, secondo i militanti, “non c’è ragione di dare soldi solo agli ebrei”.

A votarla circa 300 persone che si sono presentate all’auditorium Valvassori Peroni nell’arco della giornata.

Chiara Appendino a Torino, 32 anni, consigliere comunale, bocconiana, in attesa del primo figlio, è stata indicata dai 250 grandi elettori del M5S, ma per lei nessun sfidante. Qualche attrito interno però non è mancato. Vittorio Bertola altro consigliere grillino di Torino, ha proposto alla neocandidata a sindaco di affiancarla come vice, lei non ha accettato e lui ha deciso che non si ricandiderà. Su Facebook Berola ha spiegato che  nel Movimento 5 stelle torinese “se non si è allineati, ci si trova subito di fronte a una reazione collettiva aggressiva e sistematica, e a una pressione psicologica veramente pesante”.

Ora i riflettori sono tutti puntati su Roma, dove potrebbe vincere le primarie uno tra i consiglieri comunali uscenti Raggi, Frongia e De Vito. Si sa, la Capitale rappresenta un tritacarne politico e la cosa migliore (per il guru e l’elevato) sarebbe partecipare mantenendo quell’aria di purezza a cui gli attivisti tengono tanto. Così dopo aver dato il ben servito all’idea di un “papa straniero”, ora più che mai, il M5S potrebbe calare l’asso di cuori, Virginia Raggi, avvocato di 37 anni che insieme a Bedori e Appendino potrebbe rappresentare il tridente rosa con cui cercare di espugnare le grandi città.

 

 

Vedi anche

Altri articoli