Come saranno eletti i senatori se vince il Sì

Referendum
Aula del Senato durante il voto finale al decreto sulle riforme costituzionali, Roma 13 Ottobre 2015, ANSA/GIUSEPPE LAMI

Quale sarà la legge elettorale per eleggere i 74 consiglieri regionali e i 21 sindaci che comporranno il nuovo Senato

L’articolo 57 al comma VI norma l’elezione dei senatori che comporranno il nuovo Senato: “Con legge approvata da entrambe le Camere sono regolate le modalità di attribuzione dei seggi e di elezione dei membri del Senato della Repubblica tra i consiglieri e i sindaci, nonché quelle per la loro sostituzione, in caso di cessazione dalla carica elettiva regionale o locale. I seggi sono attribuiti in ragione dei voti espressi e della composizione di ciascun Consiglio“.

Nel comma VI è specificato che l’elezione dei 95 rappresentanti delle autonomie (21 sindaci e 74 consiglieri regionali) sarà rimandata ad una legge da approvare in entrambe le Camere.

elezione-senatori-riforma-costituzionale-1Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha dichiarato che il Governo si impegna a partire dalla proposta di legge Fornaro-Chiti. La proposta di legge prevede che il territorio della Regione venga suddiviso in tanti collegi quanti sono i senatori da eleggere: in ogni collegio può essere presentato un solo candidato per ogni lista regionale, sul modello del sistema elettorale del Senato fino al 1992. Nel caso delle regioni che eleggono un solo senatore, il collegio corrisponde all’intero territorio regionale.

Il giorno delle elezioni regionali i cittadini riceverebbero così due schede: la prima per la elezione e per il rinnovo dei Consigli regionali e del nuovo Presidente della Regione, la seconda per scegliere i senatori assegnati a quella Regione. Ogni genere non potrà essere rappresentato in non più del 60% delle candidature. Il ruolo di senatore-consigliere regionale – con l’unica eccezione del Presidente della Regione – sarà incompatibile con incarichi di giunta, nell’ufficio di Presidenza del Consiglio regionale e delle Commissioni.

Come per i consigliere regionali anche l’individuazione dei 21 sindaci che faranno parte del Senato è rimandato ad una legge ordinaria che dovrà essere approvata da entrambi i rami del Parlamento.


>>> Leggi anche: Una guida semplice al referendum del 4 dicembre. Ecco su cosa si vota

>>> Leggi anche: Che cos’è il Cnel e quanto costa

>>> Leggi anche: Quali saranno le competenze del nuovo Senato

>>> Leggi anche: Come sarà il nuovo Senato se passa la riforma

>>> Leggi anche: Cosa succede alle Province se vince il Sì

>>> Leggi anche: Perché con le riforme la parità di genere diventa realtà

Vedi anche

Altri articoli