Ecco perché l’incubo delle trivellazioni è un bluff

Ambiente
trivellazioni

Quelli concessi alla vigilia di Natale sono “permessi di ricerca” e non di nuove trivellazioni

Non ci sarà nessuna trivellazione petrolifera entro le 12 miglia dalla coste italiane. È scritto nero su bianco nella legge di Stabilità e lo ribadisce il Presidente del consiglio rispondendo alla domanda se il governo abbia autorizzato o meno le trivellazioni al largo delle Tremiti. Matteo Renzi, intervenendo al forum di Repubblica.Tv si dice tuttavia disponibile a sentire chi paventa danni per l’ambiente: “Ho letto di potenziali trivellazioni, voglio capire se sono allarmi veri o finti”.

Il motivo principale del dibattito tra Regioni e governo risale alla concessione di due permessi di ricerca da parte del ministro allo Sviluppo economico per la società Petrolceltic Italia. Autorizzazioni che hanno infiammato il dibattito proprio perché rilasciate lo scorso 22 dicembre, poco prima dell’approvazione della Legge di stabilità che di fatto vieta nuovi permessi di perforazioni entro le 12 miglia. Quelli concessi alla vigilia di Natale, però, sono “permessi di ricerca” e non di nuove trivellazioni, chiarisce lo stesso ministro in una nota sottolineando come la vicenda sia soprattutto un “polverone pretestuoso e strumentale”.

In pratica, ribadisce la Guidi in un’intervista al Mattino, quelli per la zona al largo del Gargano sono soltanto “permessi di prospezione geofisica”, anche perché in ballo ci sono centinaia di milioni di investimenti e migliaia di posti di lavoro.

D’altra parte “la legge di stabilità – spiega ancora il ministro – ha modificato lo sblocca-Italia e abbiamo fatto una valutazione politica per impedire entro le 12 miglia qualsiasi nuova installazione. E lo abbiamo fatto, ripeto, ascoltando i comitati e le Regioni: mi pare che tutto ci sia da parte del governo fuorché la volontà di non discutere”. E proprio oggi gli fa eco il premier, che prova così a placare gli animi delle Regioni e del mondo degli ambientalisti scesi da alcuni giorni sul piede di guerra: “Il  governo ha autorizzato le trivellazioni? Casomai abbiamo messo il contrario – rassicura il premier chiarendo i contorni della vicenda – c’è una sospensiva per le perforazioni entro le 12 miglia”.

Vedi anche

Altri articoli