Ecco i 7 consiglieri del nuovo cda Rai.
La sinistra pd dice no

Rai
Quarantaquattro tra funzionari e dirigenti di Rai, società del gruppo Mediaset, La7 e Infront sono indagati a Roma nell'ambito di un'inchiesta sull'affidamento di lavori e servizi in cambio di utilità come soldi e assunzioni. La Guardia di Finanza sta eseguendo 60 perquisizioni, Roma, 17 Giugno 2015. ANSA/ FABIO CAMPANA

3 espressi dal Pd, 2 centrodestra, 1 centrista e 1 indicato da M5S. La minoranza pd vota Ferruccio de Bortoli.

Ok della Commissione di Vigilanza ai sette membri del Cda Rai. Si tratta di Carlo Freccero (6 voti,eletto in quota M5S e Sel), Franco Siddi (5 voti, Pd), Guelfo Guelfi (6 voti, Pd) e Rita Borioni (5 voti, Pd), Giancarlo Mazzuca (3 voti, Forza Italia) e Arturo Diaconale (5 voti, Forza Italia), Paolo Messa (4 voti, Area popolare).

Miguel Gotor e Federico Fornaro (Pd) hanno votato per Ferruccio de Bortoli come membro del cda Rai. Ma i due senatori della minoranza Pd tengono a precisare: “Non è stato un agguato, lo abbiamo comunicato all’interno della riunione del gruppo per poter mettere in pratica gli accorgimenti necessari”.

Tuttavia è difficile sfuggire all’impressione che si tratti di una nuova “puntata” della polemica che in questi giorni divide maggioranza e minoranza pd. Commenta il presidente del partito Matteo Orfini sul voto difforme della sinistra: “Ormai è un’abitudine”. Ma Pier Luigi Bersani osserva: “Peccato, ci siamo fatti sfilare Freccero”. E Susanna Camusso, riferendosi polemicamente al neo-consigliere Guelfi, dice a Repubblica tv: “Non è elegante far eleggere il proprio spin doctor”.

Ecco chi sono e che profilo hanno i nuovi consiglieri d’amministrazione della Rai.

Rita Borioni E’ l’attuale assistente del presidente della VII Commissione del Senato. Dal 1996 al 2006Borioni è stata collaboratrice e consulente presso l’Agenzia Servizi Interparlamentari, mentre da marzo 2001 a febbraio 2009 è stata docente a contratto Legislazione dei beni culturali all’Università della Calabria. Nell’aprile 2007 diventa consulente del Cda di Cinecittà Holding, carica che ricopre fino ad agosto 2008. Dal febbraio 2010 al dicembre 2010 è autrice e conduttrice di Red Tv, mentre dall’aprile 2010 al dicembre 2013 è vice responsabile Cultura e Informazione presso la sede nazionale del Partito Democratico.

Arturo Diaconale Abruzzese di nascita e romano d’adozione, laureato in Giurisprudenza, attualmente è il direttore del giornale L’Opinione delle libertà e il presidente del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Nel 1996 fu candidato al Senato per il Polo per le Libertà del Lazio, nel collegio di Rieti, ma fu sconfitto dal rappresentante dell’Ulivo Gavino Angius. Nel 2004 avvia sul suo giornale un dibattito relativo alla Casa Laica, una lista che intende unire i movimenti vicini al centrodestra. Partecipa anche alla nascita dei Riformatori Liberali nel 2005, del cui manifesto è uno dei primi firmatari.

Carlo Freccero Una delle personalità più influenti del panorama televisivo italiano. Nei primi anni ottanta fu direttore dei palinsesti di Canale 5 e Italia 1, Nel 1986 venne nominato da Silvio Berlusconi direttore dei programmi di La Cinq, poi, nel 1991, direttore di Italia 1. Nel 1993 divenne consulente di Rai 1 e l’anno successivo fu di nuovo a Parigi come responsabile della programmazione di France 2 e France 3. Nel 1996 Freccero venne nominato dalla RAI nuovo direttore di Rai 2 prendendo il posto di Gabriele La Porta. Durante la sua direzione Rai 2 assunse l’identità di rete giovane, sperimentale, alternativa e provocatoria. Nel maggio 2002 Freccero venne rimosso dalla direzione di Rai 2 e al suo posto arrivò Antonio Marano in quota Lega Nord. Nel 14 luglio 2008 fu nominato direttore del nuovo canale televisivo Rai 4.

Guelfo Guelfi Fiorentino, professionista della comunicazione, considerato molto vicino al premier Matteo Renzi, Guelfo Guelfi approda al cda della Rai con un curriculum che lo vede attuale presidente del teatro Puccini di Firenze, comprendendo i ruoli di direttore creativo di Florence Multimedia, dirigente di Toscana Promozione. Guelfi viene accreditato del ruolo di spin-doctor di numerose campagne elettorali, compresa quella che portò Renzi alla vincere le primarie e le elezioni comunali a sindaco di Firenze.

Giancarlo Mazzuca Giornalista, scrittore, alla guida de ‘Il Resto del Carlino’ dal 2002 al 2008, e de ‘Il Giorno’. Giancarlo Mazzuca è stato inviato speciale del ‘Corriere della Sera’, caporedattore della sezione economia del ‘Giornale’ di Indro Montanelli e suo vicedirettore a ‘La Voce’. Una breve parentesi politica nel 2008 quando Mazzuca si candida con il Popolo delle Libertà e viene eletto alla Camera nella circoscrizione XI dell’Emilia Romagna. Presenzia nella Commissione cultura della Camera dei deputati, senza sospendere la sua attività giornalistica e rimane editorialista del ‘Quotidiano Nazionale’.

Paolo Messa Editore, docente, scrittore e comunicatore politico, da maggio 2015 dirige il Centro Studi Americani. Nel 2004 ha fondato la rivista mensile ‘Formiche’ ed è anche il membro del Consiglio di Amministrazione del Conai. Fa parte del comitato scientifico della testata ‘InPiù’ e dell’associazione Ain. Dal 2000 fino al 2006 si è occupato di comunicazione politica. Ha infatti curato la campagna elettorale del 2000 di Raffaele Fitto e successivamente ha svolto dal 2001 al 2006 il ruolo di capo ufficio stampa e capo della comunicazione dell’Udc.

Franco Siddi 48 anni, è stato presidente della Fnsi per 7 anni. Giornalista del Gruppo Finegil l’Espresso, è iscritto al sindacato dei giornalisti da oltre 30 anni. Componente del Cdr e animatore dei primi coordinamenti dei Comitati di redazione dei giornali locali del gruppo Caracciolo, per dodici anni dal 1987, presidente dell’Associazione della Stampa Sarda per quasi dieci anni, dal 12 gennaio 1992 al 15 ottobre 2001, Franco Siddi ha fatto parte della Giunta Fnsi.

 

 

Vedi anche

Altri articoli