Ecco candidati e liste: al via la sfida delle città

Amministrative
Le schede elettorali all'interno di un seggio per le elezioni comunali a Roma 27 maggio 2013.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Da ieri ufficiali i nomi in corsa per le comunali del 5 giugno. Boschi: servono sindaci che applichino opera del governo. Napoli, scoppia caso Borriello

La sfida per le amministrative del prossimo 5 giugno è partita. Ieri alle 12 è scaduta la deadline per la presentazione delle liste: 1368 i Comuni chiamati al voto, tra cui sette capoluoghi di Regione e ventisei di provincia. Elezioni amministrative, e quindi per il governo delle città, ma ogni volta che si vota in Italia è inevitabile dare un rilievo politico più generale. «Abbiamo bisogno di sindaci che sappiano tradurre in concreto, sui loro territori» le iniziative attuate dal governo. «E che sappiano spendere i soldi che mettiamo a disposizione con onestà e trasparenza». È l’appello lanciato ieri della ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi, aprendo a Novara la campagna elettorale del sindaco uscente Andrea Ballaré. Da Roma a Milano, da Napoli a Torino, sono migliaia le liste presentate in tutta Italia, con centinaia di aspiranti. Nella Capitale il candidato del Pd Giachetti si dice sicuro di arrivare al ballottaggio. A Napoli Ala appoggia la candidata del Pd Valente mentre a Milano Sala presenta il programma e si dice certo di vincere al primo turno: «asfalteremo il centrodestra». Grillo attacca sul blog: «Il virus dell’onestà si sta diffondendo lento, ma inesorabile. I partiti stanno affondando, il 5 giugno #IoVotoOnesto».

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli