“E tu splendi, invece, Roma”. Pronta la lista del Pd

Amministrative
13015493_837461169714708_6267304386037738038_n

Roberto Giachetti presenta le liste che lo sosterranno: “Il nostro Campidoglio sarà una casa di vetro”

Il Partito democratico è pronto per la sua sfida più grande: riconquistare la fiducia di Roma e dei romani. Presentate ieri sette liste, certificate e garantita dalla commissione Antimafia, che appoggiano il candidato sindaco del centrosinistra Roberto Giachetti. “La trasparenza si pratica, non si sbandiera”, dice Giachetti, “il nostro Campidoglio sarà una casa di vetro”.
Per la lista dem scelto lo slogan pasoliniano “E tu splendi, invece, Roma“, con una bambina che guarda spuntare un fiore tra i sampietrini. Era il luglio 2015 quando il New York Times raccontava “il degrado” della capitale, schiaffando in prima pagina la foto di una bambina ritratta accanto ai bidoni dell’immondizia. “E’ stata un’umiliazione per tutti noi. Ma anche un’ingiustizia. – scrive su Facebook il Commissario del Pd romano Matteo Orfini: “Vogliamo che splenda, che torni Roma”.
Per farlo una lista con molti candidati “civici”, un terzo del totale, per cercare di far dimenticare Mafia Capitale e ripartire dalla legalità. Come Cristiano Davoli, che con bitume e carriola tappa le buche di Roma, e Mimmo Borrelli, ex esodato divenuto imprenditore o Elisabetta Giustino, dirigente scolastico di frontiera.
Tra i politici 11 ex consiglieri comunali (su 19) vengono riconfermati: sono Valeria Baglio e Michela Di Biase, l’ex assessore all’Ambiente Estella Marino e un ritorno, quello di Paola Concia, paladina dei diritti gay: “Più donne che uomini, età media dei politici 40 anni”, sottolinea Orfini.
Anche fra le liste civiche presentate, troviamo nomi interessanti. Oltre ai capilista della civica “Roma torna Roma” Marco Lodoli e Alessia Filippi, nella lista “Più Roma”, troviamo Maria Fida Moro, figlia dello statista Dc Aldo Moro, e in quella Idv Luca Testarelli. La lista dei Verdi,  invece ha come capolista il comico impegnato nel sociale Giobbe Covatta; per i Radicali c’è il segretario Riccardo Magi mentre per “Una Rosa per Roma-Laici,civici e socialisti” ci sarà il giornalista Aldo Forbice.
A dispetto dei sondaggi che lo danno secondo o perfino terzo e quindi fuori dal ballottaggio, dietro Virginia Raggi (M5S) e Giorgia Meloni (Fdi-An), il candidato dem si mostra sicuro: “E’ cambiata la storia, siamo attrezzati per governare – dice Giachetti -. I romani comprendono che questa città ha bisogno subito di un’amministrazione competente e capace. Noi diamo tutte le garanzie che possono chiedere”. “Ricordatevi che alle elezioni Europee, dopo che per un mese i sondaggi dicevano che M5s avrebbe scavalcato il Pd, abbiamo preso il 40,8% – dice ancora Giachetti -. Sondaggi con il 50-60% di indecisi sono davvero poco significativi”. E parlando della sua giunta, afferma: “Ho in mente una squadra che non ho alcuna intenzione di annunciare ora”ma l’appuntamento è soltanto rimandato al 21 maggio.
 Per tutte le informazioni sui candidati potete consultare i siti www.pdroma.it e www.robertogiachetti.it

Vedi anche

Altri articoli