E’ partito l’election day: ecco i risultati dei primi villaggi del New Hampshire

Usa2016
A clerk tabulates ballots at a polling station just after midnight on November 8, 2016 in Dixville Notch, New Hampshire, the first voting to take place in the 2016 US presidential election. / AFP PHOTO / Alice Chiche

La giornata entrerà nel vivo alle 12 italiane quando saranno aperte le urne in diversi Stati sulla East Coast

Al via l’election day negli Usa: a far da apripista alle presidenziali e lanciare la grande giornata delle elezioni, seppure su piccolissima scala, è stato un piccolo villaggio del New Hampshire. A Dixville Notch come di prassi sette persone allo scattare della mezzanotte hanno votato, mentre un ottavo elettore ha usato il voto a distanza.

Per quanto voto simbolico, si sa già come è andata: quattro preferenze per Hillary Clinton e due per Trump, oltre a un voto per il candidato del partito Libertario Gary Johnson. Su una scheda è stato invece scritto il nome di Mitt Romney, il candidato repubblicano che nel 2012 fu sconfitto da Barack Obama.

Clinton ha poi battuto il rivale con 17 voti su 14 anche ad Hart, paesino di circa 40 persone. Ma il magnate newyorkese ha sconfitto Hillary con 16 voti favorevoli contro i 4 della Clinton, a Millsfield, pochi chilometri a sud di Dixville Notch.

In totale, Trump ottiene 32 voti mentre Hillary si ferma a 25.

La legge elettorale nello stato del New England consente alle comunità con meno di 100 persone di aprire i loro seggi elettorali a mezzanotte, in quella che è diventata una tradizione motivo di orgoglio per i residenti che dal 1960 aprono la grande giornata in cui gli americani scelgono il nuovo presidente.

La giornata entrerà nel vivo alle 12 italiane quando saranno aperte le urne in diversi Stati sulla East Coast.

Vedi anche

Altri articoli