E’ morto Luca De Filippo, degno figlio del grande Eduardo

Teatro
UNITA32_20151127185610986

Aveva 67 anni, gli era stato diagnosticato un male incurabile

E’ morto Luca De Filippo, attore e regista teatrale, figlio del grande Eduardo, grande attore anch’egli. Gli era stato diagnosticato un male incurabile. Aveva 67 anni.

Sul palcoscenico fin da bambino accanto al padre, Luca De Filippo era diventato capocomico e regista, mettendo in scena con successo lavori non solo eduardiani.

Il grande pubblico lo ricorderà per le edizioni televisive delle commedie di Eduardo, la più celebri delle quali è probabilmente “Natale in casa Cupiello”, dove Luca impersonava l’indimenticabile ruolo del figlio Tommasino. Una parte che era stata dello zio, il grande Peppino, ma a cui Luca riusciva a dare una umanità particolare, fatta di “cattiveria” – nel senso della dispettosità – e di comicità insieme.

 

Ma Luca De Filippo, col passare degli anni, si era anche cimentato con autori impegnativi, come Harold Pinter, Beckett e Moliére.

Nella sua carriera ha firmato anche regie liriche e partecipato a sceneggiati tv, compresi quelli di suo padre, e film, lavorando tra gli altri con la Wertmuller (una volta accanto a Sofia Loren), Squitieri, Castellitto, Muccino. Col padre aveva lavorato dal 1969 al 1980, e poi questi, per altri due, tre anni, firmò le regie dei suoi spettacoli. ”Non ho fantasmi di cui liberarmi – rispondeva a chi lo interrogava sul rapporto col padre – Con Eduardo abbiamo avuto le nostre litigate. Ma averlo avuto accanto e’ stato un privilegio di cui sono orgoglioso, come lo sono di appartenere a una famiglia che fa teatro da tre generazioni”.

Per Luca quello dell’attore era un mestiere ”duro, selettivo, cattivo”, ma questo non lo aveva dissuaso dall’insegnare recitazione ai ”ragazzi del san Ferdinando” come li chiamava, mentre ora aveva appena accettato di dirigere la scuola dello Stabile napoletano. E’ dal 2008 che era presidente della Fondazione Eduardo De Filippo, nata in seguito alla donazione del Teatro San Ferdinando alla citta’ di Napoli da parte della famiglia De Filippo.

 

 

Vedi anche

Altri articoli