Due bambini come Aylan. Stavolta sulla spiaggia di Kos

Esteri
epa04964351 Sea full of rubber rings for migrants on the sea near Skala Sikaminias, Lesbos island, Greece, 05 October 2015. An estimated 100,000 refugees and migrants arrived on the Greek islands during August, according to the Hellenic Coast Guard  EPA/FILIP SINGER

Trovati due bimbi senza vita sull’isola greca

Era il 2 settembre quando la foto di Aylan, il piccolo siriano di tre anni trovato morto sulla spiaggia turca di Bodrum, faceva il giro del mondo. A poco più di un mese dal quel tragico evento, si torna a piangere sui cadaveri di due bambini in fuga dalla guerra insieme alla loro famiglia.

Sono stati infatti rinvenuti sulla spiaggia dell’isola di Kos in avanzato stato di decomposizione quattro persone, probabilmente migranti. Gli adulti, un uomo e una donna, indossavano i giubbotti di salvataggio. I bimbi erano molto piccoli: uno aveva meno di un anno e l’altro un’età compresa tra i tre e i cinque anni.

Secondo le autorità greche si tratta di persone che cercavano di raggiungere l’Europa in gommone: da venerdì e per tutto il weekend la guardia costiera ha tratto in salvo oltre 1700 migranti.

Vedi anche

Altri articoli