Draghi: “Ue, serve una governance più forte”

Europa
Il presidente della BCE Mario Draghi durante la celebrazione del centenario della nascita di Federico Caffè alla facolta' di economia di Roma Tre, Roma, 12 novembre 2014. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Il presidente della Bce al Forum sui mercati transfrontalieri: “I Paesi che hanno aderito all’euro sono entrati in una unione irrevocabile”

I Paesi che hanno aderito all’euro sono entrati in una unione irrevocabile“. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi a Londra al Forum della Bce e della Boe sui “Mercati transfrontalieri e una governance comune”.

Per un euro forte serve una governance europea più forte che includa un sistema assicurativo sui depositi uniforme in tutta Europa e il completamento dell’unione bancaria. I governi nazionali, o le singole istituzioni giudiziarie – precisa Draghi – non possono da sole fornire piena protezione ai loro cittadini contro l’abuso dei diritti di proprietà o contro ogni forma di competizione scorretta che può sorgere all’estero. Né possono da soli proteggere i diritti dei cittadini a svolgere attività all’esperto senza impedimenti dovuti a restrizioni protezionistiche. Per avere un mercato veramente libero – ha proseguito – è necessario che esista un potere giudiziario che possa far rispettare il diritto sopra ogni cosa, ovunque e che abbia giurisdizione sull’intero mercato”.

 

Vedi anche

Altri articoli