Dopo il voltafaccia M5S. Pizzarotti punta dell’iceberg del malcontento

Unioni civili
Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti parla con la stampa in Municipio dopo l'incontro con il presidente del Parma Fc Giampietro Manenti, Parma, 27 febbraio 2015. ANSA / SANDRO CAPATTI

Il sindaco di Parma: “Occasione persa”. Il dietrofront dettato da Di Maio

Il dietrofront del M5s sul ddl Cirinnà non poteva non avere conseguenze nell’univarso grillino. L’accordo sul sì al “canguro” c’era, e lo stesso capogruppo pentastellato Alberto Airola lo aveva fatto sapere a Monica Cirinnà ieri mattina. Poi il voltafaccia nel pomeriggio. Il che spiega anche la “delusione” che la stessa Cirinnà ha esternato stamane con forza: “Mi sono fidata, ho sbagliato”.

L’ordine di cambiare linea è venuto dall’uomo forte del M5S, Luigi Di Maio, che però non ha dovuto fare fatica a persuadere un già riluttante Airola. Nessun aiuto né diretto né indiretto a una causa che il Pd si sarebbe intestato, meno che mai, poi, forzando le regole parlamentari: questo è stato il ragionamento.

Ma anche se nessuno parla ad alta voce (a parte Federico Pizzarotti) ci sono diversi parlamentari colpiti dalle polemiche che salgono nel mondo grillino. E’ certo che il gruppo dei senatori marcerà compatto: dopo le espulsioni, quello è diventato un gruppo molto coeso, anche sotto l’aspetto personale.

Però sui social le proteste dei militanti a 5 stelle sono state molte. pizzarottiParecchio critico – e non è la prima volta – il sindaco grillino di Parma Federico Pizzarotti che su Twitter dimostra le sue perplessità sulla decisione del gruppo al Senato di non votare l’emendamento Marcucci (l cosiddetto canguro): “Ddl Cirinnà, un occasione persa. A che serve avere le mani pulite se poi si tengono in tasca?”.

A rispondere a colui che Grillo chiamò con sprezzo “capitan Pizza”, hanno pensato i deputati Giuseppe Brescia e Riccardo Nuti. Il primo ha sottolineato come la frase usata da Brescia, una citazione di don Milani, è la stessa usata da Roberto Speranza nel 2013 quando il M5s rifiutò l’accordo di governo proposto da Bersani. pizza vs nutiNuti invece fa notare al sindaco di Parma l’errore grammaticale contenuto nel tweet.

Il sindaco però risponde immediatamente scrivendo ad entrambi la stessa frase: “Pensate a darci delle risposte, alle lettere scritte sulla situazione paradossale che abbiamo. #nonabbiatepauradelleopinioni”.

 

 

 

Bocche cucite da parte dei vertici del Movimento come si vede da questo video in cui il nostro inviato cerca di farsi rilasciare un commento sul dietrofront dei cinquestelle da uno dei responsabili della comunicazione grillina Rocco Casalino.

 

Vedi anche

Altri articoli