Donald Trump twitta contro Apple da un iPhone. La prima bufala “vera”

Americana
collage_trump-apple

Un falso screenshot mette alla berlina il candidato repubblicano. Ma la verità non è molto diversa.

Donald Trump, il candidato favorito alla nomination repubblicana per la Casa Bianca, nei giorni scorsi si è schierato contro la Apple. La presa di posizione del milionario americano riguarda l’ormai famosa disputa tra la società di Cupertino e l’Fbi, che ha chiesto di accedere all’iPhone 5c posseduto da Syed Rizwan Farouk, uno degli autori dell’attentato terroristico di San Bernardino del 2 dicembre scorso, dove morirono 14 persone.

Il rifiuto della Apple di collaborare ha fatto sì che si scatenasse un grande dibattito che tutt’ora non si è esaurito. Poi, il 19 febbraio scorso, il candidato repubblicano è entrato a gamba tesa nella discussione con un tweet molto polemico in cui chiedeva di boicottare tutti i prodotti della società californiana.

 

 

La posizione aggressiva di Trump non sorprende, visto che proprio la lotta al terrorismo è uno dei capisaldi della sua campagna elettorale. Tuttavia, l’annuncio del boicottaggio da parte di chi potrebbe veramente diventare il candidato dei repubblicani per la Casa Bianca, ha fatto indignare parecchie persone. Tanto che qualcuno, sul web, lo ha incastrato in una quasi bufala. Dopo l’annuncio di Trump, infatti, è iniziato a circolare uno screenshot in cui si vede in calce al tweet incriminato la scritta “Twitter for iPhone”.

 

twitter-iphone

 

 

Il sito americano specializzato in bufale, Snopes.com, ha subito fatto un po’ di chiarezza. Visto che molti utenti mettevano in dubbio la veridicità dello screenshot, la redazione è andata a dare un’occhiata su twitonomy.com, un sito di analisi per il social network dell’uccellino, e ha scoperto che il tweet incriminato è stato scritto da un telefono Android e non da un iPhone.

 

trump-tweet2

 

 

Dunque il grande accusatore della Apple non è un fan del melafonino? Non esattamente. In realtà, per sua stessa ammissione, Trump usa sia un iPhone sia un dispositivo Samsung, dunque Android.

 

 

Insomma se è vero che il tweet del boicottaggio fatto da un iPhone era un bufala, è altrettanto vero che Trump aveva promesso anche di non utilizzare più un iPhone finché la Apple non avesse collaborato con le autorità. E invece, fino ad oggi, per colpa sua o di un suo stretto collaboratore, la promessa non è stata mantenuta e nemmeno il boicottaggio.

 

 

trump-tweet32

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli