Dino Zoff in clinica: non riesce a camminare, ma non rischia la vita

Calcio
Dino Zoff ospite della trasmissione di Raitre "Che tempo che fa", condotta da Fabio Fazio, Milano, 28 settembre 2014.
ANSA/MATTEO BAZZI

L’ex campione del mondo ha avuto un problema neurovegetativo. Ora le sue condizioni sono stabili

La notizia è stata pubblicata oggi dal quotidiano romano Il Messaggero: Dino Zoff è ricoverato da più di venti giorni in una clinica della Capitale “colpito da un problema neurovegetativo, non meglio specificato, che gli procura serie difficoltà nel camminare”. Il portiere campione del mondo non sarebbe comunque in pericolo di vita, secondo quanto riportato: “Dopo i primi momenti di paura la situazione è sotto controllo e le condizioni danno segnali di lieve miglioramento”.

Dino Zoff è uno dei miti del calcio italiano: nel 1982 ha sollevato la Coppa del mondo in Spagna come capitano della Nazionale, campione d’Europa nel 1968 sempre in maglia azzurra, ma anche plurititolato con la Juventusdi cui è stato anche allenatore, oltre che della Lazio (squadra per la quale ha ricoperto anche l’incarico di presidente) e per un breve periodo la Fiorentina. Ma soprattutto lo si ricorda sulla panchina della Nazionale italiana, con la quale perse la finale agli Europei del 2000 a Rotterdam contro la Francia, prima di rassegnare le dimissioni, anche a seguito delle pesanti critiche ricevute dall’allora premier Silvio Berlusconi.

Vedi anche

Altri articoli