Digital Day, parte la sfida: cambiare con l’innovazione

Innovazione
"Italian Digital Day" presso la Reggia di Venaria, Torino, 21 novembre 2015 ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

L’iniziativa del governo alla Reggia di Venaria. Idee su come la tecnologia cambia la vita. Renzi: “Una riforma per un Paese più semplice e più giusto”

Il digital champion non ha fatto una finale agli Us Open come Roberta Vinci, in prima fila a Venaria per raccontare il suo sogno americano di fine estate; ma un ambasciatore dell’innovazione, in Italia, ha da vincere una sfida non meno ponderosa di abbattere Serena Williams su un campo da tennis. Nella abbagliante reggia reale sabauda, in un territorio che Piero Fassino ha tenuto a ricordare essere stato campione dell’innovazione, da Avogadro a Lagrange, da Fiat a Olivetti, si sono riuniti i “campioni digitali” d’Italia reclutati dal capitano Riccardo Luna, gente che per un anno ha regalato il proprio tempo per rendere il nostro analogicissimo Paese più connesso, più efficiente. Insegnare a un pensionato che il mouse non va lanciato per aria o battuto con una scopa, offrire alle piccole imprese nascoste in provincia la conoscenza del web e delle sue autostrade; oppure costruire metro per metro, come il docente del Politecnico Daniele Trinchero e un manipolo di ostinati ottimisti, la banda larga a Verrua Savoia, paesino del Torinese con più polli che anime.

 

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli