Di Maio missing

M5S
Il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, partecipa ad una manifestazione a Napoli sui costi della Rca auto, 29 gennaio 2016.
ANSA/CIRO FUSCO

Il vicepresidente della Camera non partecipa alla riunione del M5S e dà forfait a Politics di Semprini

Una sedia vuota, un no comment secco. Stasera il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio non parteciperà alla prima puntata di ‘Politics’, la trasmissione di Rai3 condotta da Gianluca Semprini.

Il conduttore commenta: “Poco fa ci ha chiamato Di Maio e ha detto che non verrà. Perchè? Beh, lo capite chiaramente: la grande crisi del Movimento 5 Stelle a Roma. La bugia della Muraro, la bugia anche della Raggi. In questo momento il grande silenzio”. Questo dice Semprini in un video postato sui social: “Peraltro, e questo ci dispiace molto, Di Maio doveva rispondere alle vostre domande via Facebook. Ma noi non aboliamo la diretta Facebook. La facciamo, sappiamo che sui social si sta parlando molto Di questo: doveva essere #DiMaiorisponde, diventa #DiMaiononrisponde”.

Inoltre, mentre prosegue la blindatissima riunione nella sede dei gruppi del M5S, a Montecitorio è caccia al vicepresidente della Camera che non è presente alla riunione interna ai Cinquestelle. Vi partecipano invece membri del Direttorio e mini-direttorio, tra i quali Roberto Fico e Paola Taverna, ma non l’uomo forte del partito. Tra gli argomenti in discussione è probabile ci sia anche lo scambio di mail che ci sarebbe stato tra minidirettorio e direttorio in merito all’indagine che coinvolge l’assessora della giunta Raggi, Paola Muraro.

Il Messaggero cita una mail del 5 agosto con cui, avvisati da Virginia Raggi, Paola Taverna, Stefano Vignaroli, il consigliere regionale Gianluca Perilli e l’europarlamentare Fabio Massimo Castaldo (cioè il minidirettorio) avrebbero avvisato i vertici del Direttorio, inclusi Di Battista e Di Maio, dell’indagine in corso.

 

Vedi anche

Altri articoli