Di Battista: “Dove governiamo la Tasi non si paga”. Ma la verità è un’altra

M5S

Il deputato sbugiardato su Twitter con l’hashtag #ballea5stelle

Le bugie hanno le gambe corte. Ieri Alessandro Di Battista si è esibito a Ballarò toccando uno dei temi più caldi di questo autunno: le tasse. In particolare Di Battista ha affermato con piglio sicuro:  “dove il Movimento 5 stelle governa non si paga la Tasi”.  Peccato che non sia vero e che l’epic fail sia stato dapprima notato dalla deputata Pd Anna Ascani che ha subito twittato #ballea5stelle allegando i moduli del Comune di Livorno per il pagamento della tassa comunale.

La deputata Pd ha rilanciato anche con Parma

Probabilmente l’uscita del deputato grillino non è passata inosservata nemmeno ai cittadini che la Tasi l’hanno pagata nonostante siano residenti nei Comuni amministrati dai cinquestelle. Forse Di Battista vuole rientrare di nuovo nella classifica  “The Lies Heard Round the World”, ovvero “le bufale ascoltate in tutto il mondo”. Una volta ci è riuscito ed è finito sul New York Times. Forse ha pensato: perché non riprovarci?

 

 

Vedi anche

Altri articoli