Di Battista dice bugie sul suo stipendio. Ma non ditelo alla mamma…

M5S
Alessandro Di Battista durante la tappa del TreNo Tour per dire No al referendum, Napoli, 21 novembre 2016.
ANSA/CIRO FUSCO

Non sopporto chi dice le bugie a 38 anni suonati facendo finta di essere il piccolo e ingenuo ragazzino finito nel covo della casta

Io capisco che quando non voti le Unioni Civili, non voti la legge sul femminicidio, non voti lo ius soli, voti contro il nuovo codice anti mafia, voti contro il nuovo codice degli appalti, voti contro l’aumento del fondo per il microcredito alle imprese (sì esattamente quello in cui versano i soldi i 5 stelle), voti contro il dopo di noi, tu ti senta in dovere di giustificare il tuo rimborso da parlamentare.

Davvero, lo capisco.

Non sopporto però chi dice le bugie a 38 anni suonati facendo finta di essere il piccolo e ingenuo ragazzino finito nel covo della casta bersagliato da quel brutto e cattivo di Renzi

Prima da Vespa a dire che prende 3000 euro al mese, poi in in Aula a Montecitorio a dire che ne prende 3000, adesso su fb almeno dice che non ne prende 10.000.

Peccato che sia falso, almeno se sto a quanto dichiara Di Battista sul sito tirendiconto.it negli ultimi mesi al netto di quanto dichiara di versare sul fondo del microcredito:

– marzo 2016 11.435,84
– aprile 2016 11.046,21
– maggio 2016 10.027,8
– giugno 2016 9.564,93 (yeee)
– luglio 2016 10.554,42

Non ditelo alla mamma di Di Battista…


Il parlamentare del Movimento 5 Stelle aveva postato nei giorni scorsi su Facebook un dialogo (crediamo) immaginario con la mamma che gli chiedeva conto del suo stipendio da 10mila euro. Lui negava, dicendo che era “quel bugiardo” di Renzi a mettere in giro voci false su di lui

 

Vedi anche

Altri articoli