L’assassino di Jo Cox è un neonazista. Campagna sospesa, incognite sul referendum

Gran Bretagna
epa05371439 Flowers are left by the scene where Labour MP Jo Cox on 16 June was shot and fatally wounded, in Birtsall, Britain, 17 June 2016. Labour MP Jo Cox was reported dead at the hospital in Leeds after being shot and critically injured in Birstall on 16 June. Cox was airlfted from the attack scene to a hospital in Leeds where she later died. Cox had in recent weeks campaigned for the Remain camp. Britons will vote on whether or not they want remain in the EU on 23 June.  EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA

La deputata laburista, madre di due figli, era impegnata a favore del “Remain”

L’assassino di Jo Cox, la deputata laburista uccisa ieri pomeriggio a Birstal, nel nordo dell’Inghilterra, era un sostenitore dei neonazisti americani.

L’uomo, Thomas Mair, che prima di sparare contro la Cox ha urlato “Britain first” comprò nel 1999 da Alleanza Nazionale, l’organizzazione neonazista Usa, un manuale con istruzioni su come costruire una pistola e sembra che fosse “un impegnato sostenitore” di National Alliance. Spuntano anche sospetti di un legame fra Mair e un gruppo “suprematista bianco”, visceralmente ostile all’Europa e simpatizzante del vecchio apartheid sudafricano. Ne scrive oggi l’Independent online.

La deputata laburista era già stata oggetto di minacce, e un uomo era stato arrestato proprio per questo, ma recentemente non godeva della protezione necessaria.

La campagna elettorale inglese sul referendum del 23 sull’uscita del paese della Ue è stata sospesa ed è probabile che sia destinata a entrare in una fase nuova dopo il barbaro omicidio. Il premier Cameron ha detto che l’omicidio di Jo Cox “è una tragedia”. Lo stesso ha fatto il leader del Labour britannico, Jeremy Corbyn, che si è detto “totalmente scioccato” per l’attacco: “I pensieri di tutto il Partito Laburista sono con lei e con la sua famiglia”.

Secondo molti osservatori – anche valutando l’improvvisa risalita della Borsa dopo l’omicidio – si potrebbe determinare nell’opinione pubblica una svolta a favore del remain.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli