De Luca a Unità.tv: “Ora in Campania arriverà un rigore spartano”

Campania

Le prime parole del governatore, dopo la sentenza del tribunale che congela la sospensione imposta dalla legge Severino

Il tribunale di Napoli ha accolto il ricorso di Vincenzo De Luca, che quindi può tornare a ricoprire l’incarico di presidente della regione Campania e nominare la sua giunta. Intervistato da Unità.tv, il neoeletto governatore ha definito quello dei magistrati “un atto che consente agli elettori di vedere rispettato il proprio diritto di scegliere da chi essere governati”. Inoltre, ha promesso che “nei prossimi mesi arriverà all’Italia l’immagine di un’altra Campania”, basata su “un rigore spartano”, oltre che “della trasparenza e della legalità”.

La rapidità della decisione – si legge in una nota del presidente del tribunale di Napoli – è stata dettata anche da “l’evidente rilievo mediatico assunto in questi giorni dalla questione e l’interesse pubblico sotteso”.

La sospensione era scattata per effetto della legge Severino ed era stata inflitta in tempi rapidi dal governo, contrariamente alla tattica dilatoria che era stata paventata inizialmente da più parti. Ora la “sospensione della sospensione” decisa dalla prima sezione civile del tribunale partenopeo reintegra il neoeletto presidente della regione.

La prima conseguenza del “congelamento” deciso oggi è lo “scongelamento” della convocazione del consiglio regionale. Il consigliere anziano, Rosa D’Amelio (Pd), ha infatti fissato la prima seduta per giovedì prossimo, 9 luglio.

(foto Ansa)

Vedi anche

Altri articoli