De Dominicis attacca il M5S: “La politica non fa per i grillini. E’ un asilo infantile”

M5S
angelo-raffaele-de-dominicis

L’ex procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio era stato scelto da Virginia Raggi per il ruolo di assessore al Bilancio del Comune di Roma. Assessore per un giorno, poi scaricato da Raggi perché risulta coinvolto in una indagine per abuso d’ufficio. Ma lui smentisce

Nominato il 7 settembre Virginia Raggi diceva di lui: «Ha sempre lottato per la legalità e trasparenza». Ma passano poche ore ed ecco che l’ormai ex assessore al Bilancio di Roma Raffaele De Dominicis, accusato di essere indagato per abuso d’ufficio, viene scaricato dal sindaco pentastellato. Ma il magistrato in pensione non ci sta e intervistato da Repubblica attacca: «Un complotto, io sono vergine. Quello non è un partito. Due stronzetti vogliono fottere Roma e la Raggi. Sono vittima di un’ingiustizia grave».

“Quello non è un partito. Due stronzetti vogliono fottere Roma e la Raggi. E’ un complotto. Sono vittima di un’ingiustizia grave e senza precedenti” dice l’ex procuratore regionale della corte dei Conti del Lazio. Sul fatto che risulterebbe indagato per abuso d’ufficio per la denuncia di un collega, De Dominicis spiega: “Si tratta di una cosa di due anni fa, archiviata. Chi mi attaccava ha rischiato di autocalunniarsi. Figuratevi”.


Ma è indagato o no? “Non ho mai ricevuto alcun avviso di garanzia dalla Procura e sono pronto a denunciare chiunque dira’ o scrivera’ che c’e’ un fascicolo a mio carico. Ho saputo tutto da voi giornalisti. Mi sento preso in giro. Non mi hanno detto niente dal Comune”. Chi insiste sull’esistenza di un’indagine a suo carico, “o dice falsita’ o ha violato il segreto istruttorio. E’ un’associazione a delinquere. In un caso o nell’altro, scatteranno delle denunce”. “Non so niente – ribadisce – su questa fantomatica indagine. Non ho nessuna incompatibilità. Qualcuno mi sta screditando e la mia reazione sara’ terribile”. “La politica non fa per loro – dice quindi De Dominicis sui Cinque stelle -. Ma quale codice d’onore. E’ un asilo infantile. Hanno perso un’occasione per dare una mano a Roma. Ha deciso il direttorio? Quattro che neanche hanno finito gli studi”.


Intanto in una nota l’avvocato Pieremilio Sammarco che De Dominicis indicava come “tramite” per la sua nomina fa sapere. “Il dottor De Dominicis non è e non è mai stato cliente presso lo studio di cui sono titolare né è o è mai stato cliente presso lo studio di mio fratello Alessandro, penalista. Ribadisco il concetto per non dare adito ad ulteriori illazioni o strumentalizzazioni: né io né mio fratello abbiamo mai avuto rapporti con il dottor De Dominicis”, conclude Sammarco.

 

Vedi anche

Altri articoli