M5s pone il veto sugli ospiti in Tv. La Rai accetta?

Rai
beppe-grillo-napolitano

Una sorta di “fatwa” personale da parte della direzione del Movimento Cinque Stelle contro il deputato del Pd Andrea Romano nelle trasmissioni Rai

“Se corrispondesse al vero che il Movimento 5 Stelle ha posto il veto, nelle sue partecipazioni tv, alla presenza del deputato del Pd Andrea Romano e che questo veto sia stato accettato da alcune trasmissioni del servizio pubblico, ci troveremmo di fronte ad una gravissimo vulnus del pluralismo, che andrebbe conseguentemente sanzionato”. A dichiararlo è il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, rivelando all’Ansa la presentazione di un’interrogazione parlamentare in merito.

“Il collega Romano, in una lettera scritta – spiega Anzaldi – mi ha riferito che nei suoi confronti ci sarebbe una vera e propria ‘fatwa’ da parte degli esponenti cinquestelle, che rifiuterebbero inviti televisivi nel caso sia presente lui come controparte. Romano, peraltro, si è sempre distinto nelle trasmissioni tv per una dialettica sempre lontana da risse e pollai, sebbene anche aspra nel confronto. I cinquestelle, invece, sono noti per la tendenza a vincolare le proprie ospitate a monologhi televisivi e assenza di contraddittorio”.

“Ho risposto a Romano – aggiunge Anzaldi – che chiederò chiarimenti alla Rai con un’interrogazione. E’ opportuno che venga verificato se alcuni talk show hanno ostracizzato il deputato Pd, sottostando ai diktat dei cinquestelle che non accetterebbero di essere stati spesso incalzati da lui sui problemi delle loro amministrazioni locali”

Vedi anche

Altri articoli