Dai prezzi al catalogo. Tutto quello che c’è da sapere su Netflix

Tecnologia
netflix-

Semplicità di utilizzo e un’offerta sterminata, i punti di forza del nuovo servizio in arrivo a fine ottobre

Finalmente c’è una data. Netflix arriverà in italia il prossimo 22 ottobre. Non sappiamo ancora se il popolare servizio di streaming riuscirà a rivoluzionare la televisione italiana, ma abbiamo provato a dare qualche risposta e a mettere ordine ai dubbi più frequenti che sono apparsi su Twitter nel giorno dell’annuncio della data di debutto.

https://twitter.com/NetflixIT/status/649099230074806272

Che cos’è?

Nata in California come società di video-noleggio via internet di Dvd e videogiochi, Netflix è evoluta con l’evolversi delle infrastrutture di connessione alla rete internet, diventando uno di più grandi fornitori al mondo di contenuti multimediali (film, serie tv, documentari) via streaming e on-demand. In sostanza, basta accedere al suo catalogo attraverso smartphone, pc o tv, scegliere il prodotto che si vuole vedere e premere play.

Come funziona?

Netflix deve il suo successo a due peculiarità. La prima è che, anche se se ne parla come una rete televisiva, di fatto non ha una programmazione verticale. Le serie televisive originali, ad esempio, sono immediatamente disponibili, dal primo all’ultimo episodio.
La seconda riguarda la semplicità. Non si paga a noleggio, ma a tempo. Un abbonamento della durata di un mese ti permette di accedere all’intero catalogo, senza limitazioni. L’abbonamento può essere disdetto, senza vincoli, il mese successivo.

Quanto costa?

Come dicevamo la semplicità è alla base del business di Netflix. Non decine di pacchetti differenziati per contenuti, ma tre abbonamenti che si differenziano sulla base della qualità di servizio a cui si vuole accedere. Si parte con l’abbonamento base, a 7,99 euro al mese, che permetterà di usare il servizio su un dispositivo per volta ad una definizione sufficiente per la visione su schermi di piccole e medie dimensioni. L’abbonamento Standard, invece, permetterà di aprire due streaming contemporaneamente e in alta definizione, e costerà 9,99 euro al mese. Per chi non rinuncia allo spettacolo del formato Ultra HD 4K, c’è infine l’abbonamento Premium, che permetterà di aprire quattro sessioni di streaming contemporaneamente in altissima definizione ad un costo comunque contenuto, solo 11,99 euro. Sia Tim che Vodafone offriranno pacchetti ai propri clienti comprensivi dell’accesso al servizio streaming.

Qual è l’abbonamento migliore?

Uno dei motivi che ha tenuto lontano Netflix dall’Italia era relativo alla qualità della connessione sul territorio nazionale. Tuttavia lo streaming della piattaforma è capace di adattarsi alla qualità della banda a disposizione, in modo tale da evitare blocchi o scatti. Alla stessa maniera, l’algoritmo alla base del funzionamento di Netflix è capace di capire se l’utente ha a disposizione una buona qualità di banda e può suggerire, prima dell’inizio dello streaming, di passare ad un abbonamento superiore.

Cosa è possibile vedere?

Film, serie tv e documentari. Anche se il catalogo completo non è ancora stato diffuso, si possono fare delle ipotesi. Soprattuto su quello che dovrebbe essere il cuore dell’offerta: i serial. Netflix non ospita solo serie tv prodotte da altre emittenti. Ma ne produce di sue. Tra queste le nuove stagioni di Daredevil, Bloodline, Sense8, Marco Polo e Narcos. Più complicato sarà capire il destino delle serie targate Netflix, per le quali sono già stati venduti i diritti agli altri concorrenti italiani. Stiamo parlando della pluripremiata House of Cards e di Orange is the new black. Staremo a vedere.

Che cosa serve?

Netflix sarà disponibile su pc, smartphone e tablet. Per le tv la situazione cambia. Se quella che avete a casa non è una Smart Tv, cioè una televisione che può connettersi a internet e utilizzare App create appositamente come se fosse un grande smartphone, allora avrete bisogno di qualcosa che la “trasformi” in smart. Per farlo dovete avere sul vostro televisore una uscita Hdmi (praticamente presente in quasi tutti quelli a schermo piatto), e un dispositivo da collegarci. Potete scegliere svariati prodotti, dall’economica ma versatile Google ChromeCast alla più ricercata Apple Tv, in arrivo anch’essa in ottobre.

 

Vedi anche

Altri articoli