Dacci oggi il nostro sessismo quotidiano: attacco alla presidente di Stonewall Siracusa

Giornalisti
foto-offensiva-x-sito

Il direttore di una testata siracusana ha postato la foto di Tiziana Biondi, a capo dell’associazione che si batte contro discriminazioni sessuali e di genere, mentre si bacia con la sua compagna. Insieme compare l’immagine di un fondoschiena femminile

Il sessismo, l’omofobia, l’attacco continuo alle donne sembra essere la nuova moda italiana. È preoccupante notare come stia crescendo questa attitudine maschilista e retrograda nel Paese, persino da parte di esponenti politici (come Salvini che paragona la presidente della Camera Laura Boldrini a una bambola gonfiabile) o di giornalisti (come Andrea Scanzi – per non parlare di Travaglio – secondo il quale il ministro Maria Elena Boschi dovrebbe occuparsi di cellulite e non di riforme o come chi ritiene che titolare su tre atlete definendole “cicciottelle” sia un gesto affettuoso). Battute e frasi, gesti di un’enorme gravità evidentemente non percepita (o forse sì?) da chi le pronuncia.

L’ultimo episodio – a quanto pare solo in ordine di tempo, purtroppo – è quella di Salvo Benanti, fondatore e direttore dela testata siracusana I fatti della domenica che usando il suo profilo Facebook ieri ha pensato di postare una foto proprio sulla pagina social del suo giornale che mostra da un lato una coppia di donne che si baciano e dall’altra un fondoschiena di una donna. Ad accompagnare la foto un suo commento imbarazzante: “Ognuno coi suoi gusti”. In un colpo solo, il collega è riuscito a unire omofobia, maschilismo e sessismo, senza rendersi conto – lui che si dovrebbe occupare di informazione e comunicazione – di quanto sia grave far circolare un pensiero di questa pochezza e ignoranza.

A baciarsi nella foto sono Tiziana Biondi, presidente di Stonewall GLBT di Siracusa, e la sua compagna Carmen Bellone. La rappresentante dell’associazione che si batte proprio contro le discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale e di genere si è detta “disgustata e arrabbiata” dall’attacco becero e ingiustificato del giornalista.

Biondi ha deciso di intraprendere le vie legali nei confronti di Benanti di segnalare l’episodio all’Ordine regionale dei giornalisti, mentre la foto postata dal direttore della testata siracusana è stata rimossa da Facebook dopo le numerose segnalazioni ricevute.

Resta comunque una ferita per quel gesto: “È come se qualcuno avesse insozzato e offeso il nostro amore. Ma ha solo cercato perché ovviamente non è così”, ha commentato Tiziana Biondi.

“Ovviamente il problema è che con questa immagine e questo post – ha detto ancora la presidente di Stonewall Siracusa – non ha offeso solo me e la mia compagna ma tutta la comunità lgbt. In oltre 20 anni di attivismo in prima linea ne ho viste tante e sono pronta a tutto ma non mi abituerò mai all’ignoranza, alla cattiveria e a indecenze intellettuali come queste soprattutto da parte di chi dovrebbe a suo dire fare informazione. La rabbia nasce dal fatto che tutto questo in Italia è tollerato e scambiato per ‘libertà di opinione o di espressione’ o per delle innocenti battute sulle quali fare delle grasse risate. Ma il buon senso e soprattutto la buona educazione ci dicono che non è così”.

Vedi anche

Altri articoli