Da candidata a star: l’escalation satirica della Raggi in “Gli occhi del cuore”

Amministrative

I video realizzati intrecciando gli interventi della candidata cinquestelle con le scene della serie tv “Boris” spopolano in rete

Un successo divenuto virale in pochissimi giorni, con oltre 13mila like sulla pagina e quasi un milione di visualizzazione per i video realizzati. È quello di Virginia Raggi in “Gli occhi del cuore”, la pagina Facebook realizzata da autori rimasti ancora ignoti ma il cui successo ha già superato i confini del Grande raccordo anulare.

Lo spunto lo ha dato un video circolato su YouTube subito dopo il confronto tv su Sky tra i candidati alle elezioni capitoline, nel quale l’appello finale di Raggi – apparso un po’ troppo artificioso, e per questo uno dei momenti che si ricorderanno di questa campagna elettorale – veniva diretto da Renè Ferretti (alias Francesco Pannofino), il regista della fiction fittizia Gli occhi del cuore 2, attorno alla quale ruota Boris, altra serie tv – ma vera – diventata un cult soprattutto tra i più giovani. Nel video, Ferretti-Pannofino apostrofa la candidata cinquestelle come “cagna maledetta”, espressione rivolta spesso alla star della sua fiction, dalle doti recitative alquanto dubbie.

Da lì il successo è dilagato in men che non si dica su Facebook, con la nascita della pagina e la realizzazione di altri video ancora più elaborati e divertenti.

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli