Da Apeldoorn a Torino, ecco il Giro 2016

Sport
Un momento della presentazione a Londra di una delle tappe più suggestive e spettacolari del prossimo Giro d'Italia, la cronometro individuale che attraverserà le colline del Chianti. Da Radda in Chianti a Greve in Chianti, 40.4 chilometri, la nona tappa, prevista domenica 15 maggio. La presentazione è avvenuta al Pinarello Store di Londra, alla presenza di Fausto Pinarello, presidente dell'omonima azienda produttrice di biciclette, sponsor del Giro, 7 settembre 2015. ANSA/ANDY RAIN

Partenza dall’Olanda, gran finale a Torino. Tre cronometro, quattro tappe di alta montagna, sette di media montagna e sette per velocisti.

Oggi all’Expo è stato presentato il 99esimo Giro d’Italia. Saranno 21 le tappe, con 3 cronometro individuali e come sempre tanta montagna. Quest’anno la corsa rosa partirà il 6 maggio dall’Olanda con una cronometro individuale di 9,8 Km con partenza e arrivo nella cittadina di Apeldoorn. Sarà la terza volta che il Giro partirà dai Paesi Bassi dopo il 2002 e il 2010.

Il rientro in Italia avverrà nella quarta tappa, martedì 10 maggio, con partenza da Catanzaro e arrivo a Praia a mare. Anche il percorso del Giro 2016 sarà molto vario, infatti saranno quattro tappe di alta montagna, sette tappe di media montagna, sette tappe per i velocisti. Saranno 3 le prove contro il tempo, due crono individuali e una cronoscalata.

Il primo arrivo in salita sarà alla sesta tappa la Ponte-Roccaraso, le tappe regine saranno la diciannovesima la Pinerolo-Risoul con il temibile Colle dell’Agnello (Cima Coppi) e la ventesima la Guillestre-Sant’Anna di Vinadio. Tappa durissima sarà la quattordicesima il tappone dolomitico Alpago (Farra)-Corvara. I corridori nei 210 km previsti dovranno scalare Pordoi, Sella, Gardena, Campolongo, Giau, Valparola e se non bastassero i 6 durissimi colli, nel finale c’è anche il Mur del Giat con pendenze fino al 19%. E’ un percorso per scalatori, ma ci saranno tanti chilometri di cronometro. Dopo i 9,8 Km della prima tappa i corridori dovranno affrontare la cronometro di 40,4 Km nelle valli del Chianti alla nona tappa e la cronoscalata sui 10,8 km dell’Alpe di Siusi alla quindicesima, il giorno dopo il tappone dolomitico.

E’ un percorso che piace al vincitore del 2015 Alberto Contador, che però non dovrebbe essere alla partenza della corsa rosa. Stimolato dal percorso anche Vincenzo Nibali: “Il Giro mi stimola molto e mi piace perché è ben disegnato. ci sono tre crono molto interessanti e un percorso veramente bello, ma vedremo” sulla tappa regina lo squalo sembra avere le idee chiare: “Una tappa importante mi sembra quella delle Dolomiti, con ben sei colli da scalare, fra cui il Giau e il Campolongo. Nel finale si può fare la differenza: quel giorno si possono perdere o guadagnare secondi, oppure minuti”. Il siciliano che domenica ha vinto il Giro di Lombardia, vincitore nel 2013 dovrebbe essere al via per cercare il bis rosa.

Le Tappe

1ª tappa, venerdì 6 maggio, Apeldoorn (Crono individuale), 9,8 km
2 ª tappa, sabato 7, Arnhem-Nijmegen, 190 km
3 ª tappa, domenica 8, Nijmegen-Arnhem, 189 km
Lunedì 9, riposo
4 ª tappa, martedì 10, Catanzaro-Praia a Mare, 191 km
5 ª tappa, mercoledì 11, Praia a Mare-Benevento, 233 km
6 ª tappa, giovedì 12, Ponte-Roccaraso (Aremogna) 165 km
7 ª tappa, venerdì 13, Sulmona-Foligno, 210 km
8 ª tappa, sabato 14, Foligno-Arezzo, 169 km
9 ª tappa, domenica 15, Chianti Classico (Crono individuale), 40,4 km
Lunedì 16, riposo
10 ª tappa, martedì 17, Campi Bisenzio-Sestola, 216 km
11 ª tappa, mercoledì 18, Modena-Asolo, 212 km
12 ª tappa, giovedì 19, Noale-Bibione, 168 km
13 ª tappa, venerdì 20, Palmanova-Cividale del Friuli, 161 km
14 ª tappa, sabato 21, Alpago (Farra)-Corvara, 210 km
15 ª tappa, domenica 22, Castelrotto-Alpe di Siusi (Crono individuale), 10,8 km
Lunedì 23, riposo
16 ª tappa, martedì 24, Bressanone-Andalo, 133 km
17 ª tappa, mercoledì 25, Molveno-Cassano d’Adda, 196 km
18 ª tappa, giovedì 26, Muggiò-Pinerolo, 234 km
19 ª tappa, venerdì 27, Pinerolo-Risoul, 161 km
20 ª tappa, sabato 28, Guillestre-Sant’Anna di Vinadio, 134 km
21 ª tappa, domenica 29, Cuneo-Torino, 150 km

Vedi anche

Altri articoli