Tre vittime nel crollo del palazzo di via Brioschi

Milano
L'edificio parzialmente crollato in via Brioschi, zona Navigli, a Milano, 12 giugno 2016. ANSA / OLGA PISCITELLI

Esplosione a causa di una fuga di gas nei pressi di via Brioschi, nove i feriti tra cui due bambine di 7 e 11 anni gravemente ustionate

Sarebbero 3 le vittime causate da un’esplosione all’ultimo piano di una palazzina sita a Milano  nella zona Navigli. L’esplosione è avvenuta alle 8.56  al terzo piano di una palazzina che si trova in via privata Porto Ferraio (tra via Brioschi e via Carcano).

Tre i morti e nove i feriti della tremenda esplosione che questa mattina ha sconvolto la zona dei Navigli a Milano. L’esplosione sarebbe avvenuta al terzo piano dello stabile nell’appartamento che ospitava una giovane coppia di fidanzati ventisettenni, entrambi rimasti uccisi: Riccardo Maglianesi stava facendo un master in Bocconi, mentre Chiara Magnamassa, designer di scarpe, lavorava da qualche tempo in un negozio del centro. L’esplosione avrebbe poi investito l’appartamento vicino dove viveva una famiglia di 4 persone: la madre quarantatreenne è deceduta, mentre il marito e le due figlie di 7 e 11 sono state trasportate in ospedale e sono gravemente ustionati. 

Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, parla di “una tragedia terribile che colpisce tutta la nostra comunità. A nome di tutti i milanesi esprimo il più profondo cordoglio per le vittime e la vicinanza a tutti i feriti. Proclamo poi fin da oggi il lutto cittadino per il giorno in cui si terranno le esequie delle persone che hanno perso la vita”.

Vedi anche

Altri articoli