Crocetta contrattacca: “Non lascio, mi caccino…”

Sicilia
Il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta. ANSA/MIKE PALAZZOTTO

Il Governatore sfida il Pd che si starebbe orientando per uno show down della giunta

Esce dal l’angolo, dopo giorni di mezzi silenzi e mezze denunce, e ora Rosario Crocetta va giù pesante: “Dimettermi? Mai. Se il Pd mi vuole sfiduciare si renderà complice dei golpisti passando alla storia come coloro che hanno ammazzato il primo governo antimafia della storia siciliana”.

Dunque, Crocetta, alle corde dopo le polemiche sulle presunte intercettazioni nelle quali  il suo medico di fiducia Tutino, ora in carcere, avrebbe insultato Lucia Borsellino, prova sfidare il Pd. Che nel frattempo si starebbe orientando per uno show down della giunta Crocetta, anche se per ora ci si maniere su una linea prudente.

L’asprezza delle parole del Governatore fa intendereche un chiarimento in un senso o nell’altro si attende per i prossimi giorni.

Vedi anche

Altri articoli