Cresce la paura di attentati e supera i livelli del post 11 settembre

Usa
isis terrorismo

Secondo un sondaggio, la fiducia in Obama e nella gestione del rischio attentati è ai minimi, mentre sale il consenso per Donald Trump

Il terrorismo fa paura. Negli Usa la paura di attentati ha raggiunto il livello più alto di sempre dall’11 settembre 2001. Secondo un sondaggio realizzato dal New York Times insieme a CBS News, dopo gli attentati di Parigi e San Bernardino, il 19% della popolazione vede la minaccia del terrorismo come il problema maggiore del Paese: il mese scorso era solo il 4%.

Questo clima di paura, rivela ancora il sondaggio, ha fatto salire il consenso per Donald Trump tra gli elettori statunitensi: hanno fiducia nel candidato repubblicano 7 elettori su 10 che giudicano il magnate americano in grado di rispondere alla minaccia. Quattro elettori su 10, invece, si dicono “molto fiduciosi” che il candidato possa gestire il terrorismo.

Sempre per quanto riguarda la gestione del pericolo terroristico, la fiducia nel presidente Obama è in calo con il 57% degli americani che disapprova quanto fatto finora. Sono sette su 10 gli statunitensi che sostengono che la lotta all’Isis stia andando male: solo il 24% della popolazione è convinta che la strada percorsa dal presidente Usa sia quella giusta. Il 53% si dice insoddisfatto della gestione di Washington, il 31% si dice “arrabbiato”.

Vedi anche

Altri articoli