Spari in un resort in Costa d’Avorio: diverse le vittime

Terrorismo
GG01 - 20020919 - ABIDJAN, IVORY COAST : Soldiers inspect a car carrying a T38 machine gun used by unidentified soldiers who started firing automatic weapons near Agban's military camp 19 September 2002 in Abidjan. Hundreds of soldiers staged a mutiny in Ivory Coast, leaving at least 10 people dead and dozens wounded as an aide to President Laurent Gbagbo accused the country's former military leader, General Robert Guei, of being behind the unrest.     EPA PHOTO      AFPI/GEORGES GOBET/GG/rc

La Farnesina sta verificando la presenza di eventuali italiani

Almeno 16 persone, tra cui un bambino di cinque anni e, secondo alcune fonti, forse quattro occidentali (almeno uno sarebbe di nazionalità francese), sono stati uccisi da quattro uomini armati di kalashnikov e granate che hanno attaccato tre resort di Grand Bassam, in Costa D’Avorio.

A quanto hanno riferito alcuni testimoni, gli aggressori gridavano “Allah Akbar” durante la sparatoria. Cinque attentatori sono stati uccisi, altri sono ancora in fuga.

La Farnesina ha fatto sapere che sta facendo le necessarie verifiche per accertare l’eventuale coinvolgimento di italiani.

Vedi anche

Altri articoli